in ,

Berlusconi condannato, sostegno inaspettato da Veronica Lario e Mario Monti

A distanza di circa un mese, quel “Silvio Berlusconi condannato” piazzato sulle prime pagine dei giornali risuona ancora. Alcuni hanno definito la condanna una “sentenza-macigno“, un ostacolo troppo forte da superare anche per lo stesso Cavaliere, che di pregiudizi e nemici ne ha sempre dovuto combattere tanti nella sua lunga carriera politica. Ed è forse la rigidità di questa condanna a portare all’ex premier tanta solidarietà e sostegno, a volte anche inaspettato, se si pensa che a far sentire la propria presenza sono stati a gran sorpresa l’ex moglie Veronica Lario ed il suo rivale Mario Monti.

RAVAGLI - PROCESSO RUBY: BERLUSCONI COLPEVOLE, CONDANNATO A 7 ANNI

L’ex signora Berlusconi è tornata: dopo la prima telefonata a poche ore dalla condanna, negli ultimi giorni Veronica Lario ha nuovamente ribadito il suo sostegno al Cavaliere con un breve quanto significativo “Ti sono vicina”, espresso al telefono. Dopotutto, come spiega Maria Latella sul Messaggero, “la loro vicenda personale, l’iter giudiziario di un divorzio complicato, sono una cosa, altri sono i ricordi di una vita insieme e la vicinanza in un momento difficile”. Impossibile dimenticare in così poco tempo ben trent’anni di matrimonio.

Personalmente non troverei scandaloso, né incompatibile con lo stato di diritto, un eventuale provvedimento di clemenza, in considerazione del ruolo avuto da Berlusconi nella vita politica italiana“. Con queste parole Mario Monti firma il suo appoggio all’ex premier Silvio Berlusconi, dicendosi favorevole alla concessione della grazia. Unica clausola? Che il “lascito” di Berlusconi alla politica arricchisca l’articolazione democratica del Paese anziché contribuire all’ulteriore esasperazione del clima politico

Seguici sul nostro canale Telegram

Robert Pattinson

Il cuore generoso di Robert Pattinson

Casey Stoner Moto Gp test Misano

MotoGp: Casey Stoner non tornerà a gareggiare nel Motomondiale