in ,

Berlusconi firma tutti e dodici referendum dei radicali, ed accusa la magistratura

Silvio Berlusconi ha quindi firmato tutti e 12 referendum promossi dai Radicali: sei sulla giustizia, altri sei sui diritti umani.

Berlusconi non si è accontentato quindi di a un appoggio politico, ma ha voluto di persona esprimere il proprio consenso “per una giustizia giusta”. Tra i referendum anche quello della separazione delle carriere di pm e giudici, un voto che sta sicuramente a cuore al leader del pdl, che ritorna ad accendere la brace parlando delle sue mancate condanne: “Non c’è nulla da fare se c’è un pregiudizio politico nei giudici. Sono in questa situazione per colpa di una parte della magistratura, Magistratura Democratica. Ho 41 processi alle spalle nei quali non sono riusciti ad arrivare ad alcuna condanna, così hanno deciso di avvalersi di un’altra strategia, sono diventati i padroni di tutti i collegi che mi hanno giudicato. Le condanne solo esclusivamente politiche, infondate e ingiuste, tese a un disegno preciso, eliminare l’ostacolo Berlusconi”.
pannella-referendum


Per procedere al voto il cavaliere ha scelto per l’occasione il tradizionale banchetto per le firme allestito dal partito di Marco Pannella, vicino a Palazzo Grazioli. Giunto sul posto è stato accompagnato dal leader dei Radicali con il quale ha avuto un nuovo colloquio.

Seguici sul nostro canale Telegram

Anticipazioni Le tre rose di Eva 2, Viola torna a Villalba per reclamare qualcosa

George Clooney punta tutto su Monuments Men