in ,

Berlusconi primo giorno di servizi sociali, gli gridano “Vai a San Vittore”

E’ arrivato stamattina, in anticipo rispetto all’orario stabilito, l’ex Premier Silvio Berlusconi alla Sacra Famiglia di Cesano Boscone, struttura presso la quale è stato affidato al fine di compiere servizi socialmente utili in virtù della condanna Mediaset. Sono previste per lui quattro ore di assistenza ai malati di Alzheimer nel reparto San Pietro. Accoglienza in pompa magna per il leader di Forza Italia che, circondato da giornalisti giunti da tutto il mondo – New York Times, la tv giapponese FujiTv e Al Jazeera International – arriva scortato, dal suo autista, su un’Audi con un elegante completo blu sulla quale è appuntata una spilletta del suo partito.

berlusconi lodo mondadori

Farò del bene con impegno e umiltà come mi ha insegnato mia madre” ha asserito Silvio Berlusconi il quale ha già pubblicamente espresso la propria volontà di prolungare il suo turno, se necessario, allo scopo di svolgere al meglio il suo servizio imposto. Non sono mancati momenti di tensione quando Pippo Fiorito della Cub ha gridato “Noi lavoratori italiani abbiamo un sogno nel cuore: Berlusconi a San Vittore”; l’uomo è stato immediatamente allontanato.

Inflessibile il nuovo regolamento imposto a tutto il personale sanitario che è stato caldamente invitato a non fare alcuna ripresa con cellulari, tablet ed altri mezzi similari a Berlusconi intento a scontare la propria pena presso la struttura. Il rischio “video virale” è davvero dietro l’angolo.

Seguici sul nostro canale Telegram

Miele: un nuovo approccio alla lotta contro la resistenza batterica

Francia: si possono devolvere giorni di ferie per aiutare i colleghi in difficoltà