in

Bernardo Bertolucci è morto: il grande regista aveva 77 anni

Bernardo Bertolucci è morto: il celebre regista aveva 77 anni. Bertolucci è deceduto a Roma, dopo una lunga malattia. Grande nome del cinema internazionale, firmò la regia di capolavori del grande schermo, come Novecento, Ultimo tango a Parigi, Il té nel deserto, Piccolo Buddha e L’ultimo imperatore, il film da nove Oscar.

Bertolucci è morto: addio al grande Maestro

Ultimo tango a Parigi, gli valse nel 2007 il Leone d’oro alla Carriera alla Mostra internazionale del cinema di Venezia. Analogo riconoscimento lo ricevette nel 2011 con la Palma d’Oro onoraria al Festival di Cannes. Nel 1988 Bertolucci vinse l’Oscar come miglior regista per L’ultimo imperatore, pellicola che fu inoltre insignita di una seconda statuetta per la migliore sceneggiatura non originale. Bertolucci era anche Grand’Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana e Medaglia d’oro per i benemeriti della cultura e dell’arte.

Il Cinema lo chiamerei semplicemente vita. Non credo di aver mai avuto una vita al di fuori del cinema; e in qualche modo è stato, lo riconosco, una limitazione.

 

Bernanrdo Bertolucci, poeta figlio di poeta: il suo racconto degli esordi e l’incontro con Pasolini

Bernardo Bertolucci è stato molto più che un regista. Poeta, documentarista, regista, produttore, polemista, autore per eccellenza del cinema italiano, star del cinema internazionale, un intellettuale. Italiano e internazionale, sofisticato e nazional-popolare. In un’intervista di James Franco per il Corriere, nel 2017, Bernardo Bertolucci si raccontò, partendo dagli esordi e dall’incontro con Pasolini: “Mio padre era un poeta, abbastanza conosciuto in Italia. Insegnava nelle scuole ed era un poeta. Per me è stato naturale iniziare a scrivere poesie. Poi a ventun anni ho pubblicato un libro, ma già prima di allora Pasolini era un grande amico di mio padre, perché mio padre gli aveva fatto pubblicare il primo romanzo, Ragazzi di vita. Pasolini si è trasferito nello stesso palazzo in cui abitavamo noi, e un giorno, quando avevo vent’anni, l’ho incontrato davanti la porta e mi ha detto: ‘Ehi, a te piacciono i film, giusto?’ Io ho detto di sì, e lui ha continuato: ‘Perché girerò un film. E voglio che mi fai da assistente alla regia’. E io: ‘Cosa?’. ‘Sì, faccio un film, si chiamerà Accattone’. Io: ‘Ma Pier Paolo, non ho mai fatto l’aiuto regista’. E lui: ‘E io non ho mai diretto un film’ …”.

Francesco De Gregori concerti 2019: ‘Off the record’ e ‘Greatest Hits Live’, ritorno ‘live’ ricco di novità

Sonia Bruganelli a Domenica Live: la moglie di Paolo Bonolis si difende dagli attacchi sui Social