in ,

Bielsa Lazio, conferenza Lotito, parla l’avvocato Gentile: ‘Non c’è una parola sugli acquisti nel contratto’

Se gli italiani si aspettavano un tormentone classico nel periodo del calciomercato, si sbagliavano: a tenere banco è la situazione Lazio-Bielsa-Lotito. E’ in corso, infatti, la conferenza stampa del numero uno biancoceleste al quale però non sarà possibile fare domande. Insieme a lui ci sono Igli Tare, Calveri e l’avvocato Gentile. Quest’ultimo ha dichiarato che tra le parti non c’erano accordi nel contratto relativi agli acquisti.

LEGGI LE ULTIME NEWS SULLA LAZIO

Dopo il comunicato diffuso nella tarda serata di ieri da parte del Loco Bielsa, infatti, in casa Lazio c’è ancora più rabbia, visto che il tecnico argentino ha dichiarato che entro il 5 luglio la società biancoceleste avrebbe dovuto regalare all’allenatore un certo numero di acquisti che invece non sono arrivati. Queste le parole dell’avvocato: ‘Non ci sono queste clausole. Non c’è una parola nel contratto che riguarda la campagna acquisti, ci si riporta alle norme italiane. Non ci sono termini, non ci sono scadenza, non c’è niente. Il comunicato? Si è voluto creare un pretesto per sganciarsi da questo contratto, sarà successo qualcosa che gli ha fatto cambiare idea tra il 1 e il 7 luglio: non c’è nessun fatto oggettivo che possa far arrivare alla rottura. Il contratto è stato depositato il 1 luglio perché serviva per il visto.

L’addio di Bielsa prima ancora di iniziare la sua avventura in biancoceleste è l’argomento centrale di questi giorni e siamo certi che continuerà a far parlare di sé ancora per molto tempo. E voi da che parte state? Ha ragione Claudio Lotito o l’allenatore? Intanto ricordiamo che la Lazio ha ufficializzato il ritorno di Simone Inzaghi alla guida della panchina biancoceleste. Per quanto tempo questo non si sa, anzi, dalle parti di Formelo non si sa più niente.

RIMANI AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS DI SPORT CON URBANPOST

Euro 2016 finale

Portogallo – Francia pronostico e quote per le scommesse finale Euro 2016

Biciterapia dal Friuli a Lampedusa

BiciTerapia di una Mila Vagante: dal Friuli a Lampedusa in bicicletta per aprire confini [INTERVISTA]