in ,

Biennale del Disegno di Rimini 2016: da Tiepolo a Pazienza, in mostra i “Profili dal mondo”

La Biennale del Disegno di Rimini sta per tornare con la nuova edizione 2016: dai disegni antichi alla modernità, in mostra il dialogo tra i tempi passati a quelli attuali con oltre 2mila opere sparse su 27 mostre.

Da Fellini a Pazienza al via la nuova edizione della Biennale del Disegno di Rimini dal titolo “Profili dal mondo” che aprirà il 23 Aprile e sarà visitabile sino al 10 Luglio 2016. “Non è azzardato affermare che il primo disegno, tracciato sulla terra nuda o sul muro di una grotta, abbia inventato la Storia: l’antilope, la lancia e il cacciatore sono stati forse i primi ideogrammi di una narrazione e di un repertorio che ancora non accenna ad arrestarsi”: da questa riflessione nasce la seconda edizione della Biennale del Disegno di Rimini che, in questo 2016, esplora la storia del disegno come racconto naturale e antologico del paesaggio e dell’umano.

L’evento, ideato dal Comune di Rimini e dai Musei Comunali, è un percorso di 2mila opere esposte in 27 mostre differenti ma allestite in contemporanea lungo un itinerario che ripercorre i luoghi più belli e suggestivi di Rimini: nella città romagnola, grazie anche ai grandi prestiti provenienti da altre località, saranno quindi esposte opere di grandi autori del passato che dialogheranno con i più importanti autori e disegnatori contemporanei. Guido Reni, Guercino, Tiepolo e Canaletto converseranno con la modernità di Bacon, Schifano e Kiki Smith, mentre ad Andrea Pazienza è dedicata una monografica come al faentino Domenico Rambelli o al maestro Mario Sironi: tra le location delle mostre troviamo Castel Sismondo ma anche il Teatro Galli o il Museo della Città. Per tutte le info e il programma completo dell’evento consultare il sito ufficiale dell’iniziativa.

(Foto:Gaetano Gandolfi, “Coppia di bambini” – Pinacoteca Nazionale di Bologna)

Browser Vivaldi Vs Google Chrome

Browser Vivaldi 1.0 vs Google Chrome: quale scegliere? Tutte le funzionalità dell’ultimo arrivato

Thailandia, il mare: le spiagge imperdibili, dalla White Beach a Patong Beach