in ,

Biglietti chilometrici Trenitalia, addio nel 2016: tutto quello che c’è da sapere

I biglietti dei treni regionali a fascia chilometrica diventeranno presto uno sbiadito ricordo, dopo 22 anni di gloriosa esistenza: l’ha reso noto Trenitalia, che dal 1° gennaio 2016 dice addio ai famosi tagliandi, fornendo come motivazione il “graduale passaggio dalla carta al digitale necessario anche a causa dell’alto tasso di evasione dei biglietti chilometrici”.

Ma che cosa devono sapere i viaggiatori? I biglietti, che non verranno più prodotti da gennaio, si potranno acquistare fino al 31 marzo e utilizzare fino al 30 giugno 2016 salvo esaurimento scorte.

Intanto i quattromila tabacchi e le edicole delle stazioni italiane aderenti al circuito FIT (Federazione Italiana Tabaccai) avranno a disposizione un terminale, che permetterà loro di emettere un vero e proprio biglietto con partenza, arrivo e validità di due mesi, da acquistare fino a venti minuti prima del treno in partenza.

Ma le proteste non sono tardate ad arrivare sia da parte degli utenti che dei lavoratori di Trenitalia. Pietro Giordano, presidente di Adiconsum, spiega che in questo modo non viene favorito l’uso del treno, mentre Andrea Pelle, segretario generale del sindacato Orsa, lamenta che “aumentare i punti vendita esterni riduce sempre di più i servizi effettuati con il personale dell’azienda”.

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

omicidio pordenone news

Omicidio Pordenone: fidanzata Giosuè Ruotolo indagata per favoreggiamento

pensioni lavoratori precoci manifestazione a Roma 11 maggio

Riforma pensioni 2016 ultime notizie: Quota 41, lavoratori precoci pronti alla mobilitazione con l’appoggio dei sindacati