in ,

Billa, la cagnolina che continua a tornare in canile da sola

Il simpatico musetto che vedete in foto appartiene a Billa, uno dei tantissimi randagi che popolano le strade della Puglia. Quando questi randagi vengono trovati a gironzolare dagli enti competenti, vengono portati nel rifugio più vicino per essere castrati o sterilizzati, poi microchippati e dopo qualche giorno rimessi sul territorio dove sono stati prelevati; non è cattiveria credete, piuttosto mancanza di fondi necessari, e viste le condizioni di buona parte dei canili per alcuni randagi la strada si rivela essere una compagna di gran lunga migliore. Ma non per Billa. Billa in strada non ci vuole stare.adozione cani puglia

E’ arrivata al rifugio di Corato qualche mese fa, subito dopo aver dato alla luce quattro cucciolotti, che ricevuto lo svezzamento necessario sono stati adottati istantaneamente; ma il destino dei cani già adulti è ben diverso, suscitano meno tenerezza, non fanno leva sull’istinto materno e avendo un carattere già formato possono spaventare i meno esperti; scaduta la convalescenza post maternità di Billa, non avendo trovato un’adozione per lei, i volontari hanno dovuto riportarla nel luogo dove l’avevano trovata; quindi potete immaginare la sorpresa di questi ultimi nel rivedere la cagnetta che avevano rimesso in libertà davanti all’ingresso del canile. Billa era tornata per conto suo al rifugio.

Presi da compassione e usando quell’acume tipico di chi si rende conto che la realtà talvolta cozza con la norma giuridica in un modo inespugnabile, hanno deciso di ospitare Billa per qualche altro giorno. Dovendo rimettersi alle leggi regionali in materia di randagismo, dopo qualche giorno lo stallo è finito, e questa volta i volontari hanno portato Billa in una località chiamata Castel del Monte, a una ventina di chilometri dal canile per scongiurare un altro ritorno spontaneo; viene da pensare che anche se l’avessero portata in capo al mondo le cose sarebbero rimaste invariate, perché Billa quei venti chilometri se li è fatti assolutamente di buona leva pur di tornare di nuovo al rifugio. Quest’anima sperduta adesso cerca disperatamente una casa, per una buona adozione i volontari la portano in tutta Italia, il numero da chiamare nel caso foste interessati (a cui vi risponderà Mimmo, un simpatico insegnante di musica che si dedica anima e corpo ai randagetti) è questo 3388254826.

Savino

Quelli che il calcio, anticipazioni: ospiti Dario Argento e Ornella Vanoni

Yves Saint Laurent

Berlinale 2014: la biopic su Yves Saint Laurent (Video)