in

Bimba ferita a Napoli, un gruppo di mamme in preghiera davanti all’ospedale per Noemi

Un gruppo di mamme, attraverso il passaparola, si sono date appuntamento di fronte all’ospedale per pregare per la piccola Noemi, la bambina di appena quattro anni colpita a Napoli da un proiettile mentre passeggiava con la nonna per le vie cittadine.

noemi napoli

leggi anche: Sparatoria Napoli, Noemi resta grave: il killer ripreso dalle telecamere di sicurezza

“Noemi lottiamo con te”

Le donne si sono date appuntamento all’esterno dell’ospedale pediatrico Santobono: circa una trentina di mamme, appartenenti all’associazione Donne forti guerriere del Rione Sanità, si sono riunite all’esterno del nosocomio partenopeo e hanno pregato per la piccola Noemi. Il gruppo di mamme ha issato uno striscione “Noemi lottiamo con te”. Vogliono far sentire la loro solidarietà ai genitori della bimba che in questo momento non abbandona Noemi neanche un secondo.

Le condizioni della piccola restano critiche. La bambina resta sedata, in coma farmacologico: i polmoni, colpiti dal proiettile, che li ha trapassati entrambi, sembrano essere seriamente compromessi.

leggi anche: In piazza contro la camorra c’è anche il figlio di un boss: «Voi camorristi ci fate schifo»

Accanto alla famiglia di Noemi c’è tutta Napoli.

All’interno dell’ospedale ieri, 6 maggio 2019, è venuto a far visita anche il Ministro dell’Interno, Matteo Salvini. Una visita toccata e fuga: Salvini ha evitato telecamere e fotocamere. Il vicepremier ha toccato diverse città della Campania, dove ha tenuto dei comizi per le elezioni comunali ed europee che si terranno a fine mese.

Accanto alla famiglia di Noemi c’è tutta Napoli. Dal momento della sparatoria si è mobilitata tutta la città con forti manifestazioni, come quella avvenuta qualche giorno fa “Disarmiamo Napoli”.

napoli noemi

Nicola Morra in visita a Napoli

Oggi, martedì 7 maggio 2019, anche il presidente della Commissione parlamentare antimafia Nicola Morra si recherà a Napoli all’ospedale Santobono per visitare i familiari della bimba. Il presidente della commissione Antimafia, conclusa la visita, incontrerà il questore di Napoli Antonio De Iesu e il comandante provinciale dei carabinieri Ubaldo Del Monaco. Morra si fermerà anche domani per parlare con il procuratore Giovanni Mellilo e il prefetto Carmela Pagano.

Questa visita rimarca l’attenzione di Morra nei confronti della città di Napoli dove vuole tenere alta l’attenzione sulle problematiche della criminalità organizzata.

Antonio Conte dice no alla Roma: Inter sempre più vicina?

Emily Ratajkowski, su Instagram il vestito ‘ragnatela’ non lascia spazio all’immaginazione