in

Binge drinking: il fenomeno che preoccupa il Ministero della salute, ci siete dentro?

Lo chiamano “binge drinking”, fenomeno che sta a indicare l’assunzione elevata di bevande alcoliche fuori pasto. Dal 2014 si stima che ben 3,3 milioni di cittadini vantino questa abitudine, un dato ancor più preoccupante riguarda gli adolescenti che iniziano a bere già a 11 anni. Il Ministero della Salute ha stilato un documento che raccoglie queste stime, secondo i dati interni il 22,1% dei cittadini (12 milioni circa di persone) beve quotidianamente (33,8% tra i maschi e 11,1% tra le femmine).

Sempre in crescita, invece, il consumo di alcol occasionale e al di fuori dei pasti: ed è qui che si è notato che il binge drinking sale percentualmente di anno in anno. Maggiormente interessati i giovani rispetto agli adulti; sono le giovani donne che registrano un picco di consumo rispetto agli anni precedenti. A fronte di questi dati, che dimostrano che il binge drinking è fenomeno diffuso anche fra gli adolescenti, è scattato un campanello d’allarme che testimonia quanto l’alcol sia diffuso fra gli adolescenti.

Come è possibile registrare questa dipendenza nel momento in cui la legge vieta la vendita di consumo di alcolici ai ragazzi minori di 16 anni? I locali e gli esercizi commerciali ignorano sistematicamente il divieto: i numeri parlano chiaro.

 

caso gloria rosboch news processo

Gloria Rosboch, Gabriele crolla davanti al magistrato: nuovi nomi e altri crimini

attentato parigi 19 giugno

Attentati Bruxelles, paura anche a Parigi: evacuata gare du Nord per pacco sospetto