in

“Biopenna” per ricostruire ossa e cartilagini: dall’Australia il rivoluzionario congegno

Permetterà ai chirurghi di ricostruire il tessuto osseo in persone gravemente lesionate, rivoluzionando gli interventi su ossa e cartilagini, grazie alla capacità di iniettare cellule staminali e fattori di crescita direttamente sul luogo delle lesioni per favorirne la guarigione.ricostruzione cartilagini

Il merito di questa innovativa invenzione è da attribuirsi agli scienziati australiani dell’Università di Wollongong, che hanno messo a punto il primo prototipo di “biopenna”, un congegno simile a una penna, particolarmente adatto per interventi su vittime di incidenti stradali, come assicura Peter Choong del Centro di eccellenza per elettromateriali dell’ateneo.

La BioPen funziona come una stampante 3Dcreando strati di materiale cellulare per riempire la sezione danneggiata dell’osso. Ciò consentirà di creare impianti su misura durante l’intervento chirurgico, eliminando la necessità di prelevare cartilagine e di coltivarla per settimane in laboratorio, per poi sostituire il tessuto danneggiato o malato. “Con questo congegno il chirurgo può scolpire e ricostruire, quindi personalizzare, il tipo di tessuto a cui affidare la riparazione […] Questo tipo di trattamento potrà essere utilizzabile per riparare ossa e cartilagini con danni profondi, ad esempio causati da infortuni sportivi o incidenti automobilistici”, ha spiegato lo specialista. Il dispositivo sarà perfezionato presso l’ospedale St Vincent’s di Melbourne, prima di essere sperimentato su esseri umani.

Seguici sul nostro canale Telegram

Canova sfida Amici 2013

Amici 2013, puntata 7 dicembre: al via le sfide per la corsa al serale

videogiochi 2014

VIDEO : Fifa e Pes, il confronto tra le edizioni 2014