in

Birre: vegane o non vegane

Ci sono molte marche di birra vegane, quasi tutte quelle belghe e tedesche prodotte con i metodi tradizionali lo sono, e può sembrare strano che altre non lo siano, eppure molte birre contengono ingredienti di origine animale, come colla di pesce, gelatina, glicerina o caseina, soprattutto quelle anglosassoni.

birre vegane e non vegane

 

Il sito Barnivore.com, indica tutte le informazioni su birre, ma anche vini, oggi in commercio; da una ricerca pubblicata ecco quali scegliere per il mondo veg: Beck’s, Budweiser, Heineken, Peroni, Nastro Azzurro e Moretti. Difficile è pensare che la birra non contenga altro oltre ai quattro ingredienti principali: acqua, malto, luppolo e lievito, eppure chi segue una dieta vegana deve fare attenzione sempre, la colla di pesce può essere ovunque.

Gli ingredienti non adatti alla dieta vegana che rendono le birre non vegane: Colla di pesce, Gelatina, Caseina, Carbone, Terra di diatomee, Insetti (possono essere impiegati per i coloranti, come nel caso della cocciniglia), Glicerilmonostearato, Pepsina, Zucchero bianco (il processo di sbiancamento può comportare l’impiego di ossa animali). Anche il lattosio può essere usato, le birre etichettate come dolci o cremose solitamente contengono lattosio, normalmente derivante da latte bovino.

 

 

calciomercato news Milan

Calciomercato news: trattative in corso mercoledì 13 agosto

sciopero trasporto pubblico 29-30 settembre 2016

Torino: caso di corruzione dietro scarsa pulizia dei treni, due indagati