in

Birrifici Aperti 2016: due giorni di eventi e degustazioni in tutta Italia

Anche voi siete fan del “beer tourism” e amate andare in giro per…degustazioni? Se la birra è la vostra passione, avrete senz’altro già sentito parlare di “Birrifici Aperti”, la “due giorni” tutta dedicata ai piaceri del palato e alla produzione artigianale della birra. Nata come strumento di promozione del prodotto e del suo territorio, anche quest’anno la manifestazione tornerà a valorizzare la birra all’interno del contesto culturale, storico e sociale in cui nasce, aprendo le porte di tanti birrifici in tutta Italia e accompagnando i partecipanti lungo percorsi sensoriali inediti e sorprendenti. Tutti da gustare e da vivere.

SCOPRI TUTTI GLI ITINERARI DEL GUSTO SU URBAN POST!

L’appuntamento che chiama a raccolta i luppolo amatori è fissato a sabato 17 e domenica 18 settembre. Curiosi di avere un assaggio degli eventi a cui sarà possibile partecipare? Visite guidate e degustazioni delle birre, ma anche spiegazione dei processi produttivi, pranzi in compagnia dei mastri birrai e sperimentazioni ardite di cocktail con le birre. Per l’occasione ogni birrificio aderente ha pensato a un programma di iniziative, che strizza l’occhio al piacere dei palati ma anche alla scoperta, appunto, del territorio: ecco perché, oltre alle degustazioni, sono in diversi ad aver previsto corsi di avvicinamento al mondo della birra, visite agli impianti o a luoghi-simbolo legati alla produzione del cibo locale.

Curiosi di saperne di più e di conoscere quali birrifici spalancheranno le porta nella vostra regione? Sul portale ufficiale www.birrificiaperti.eu potrete selezionare la regione di vostro interesse e consultare una scheda tecnica dei birrifici che partecipano, completa di informazioni ed eventuali costi. Buona scoperta!

In apertura: foto di AgencjaAIAC/Pixabay.com

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Migranti naufragio barcone

Traffico organi, migrante senza un rene a Milano: parla il medico che l’ha scoperto

Suicidio Tiziana Cantone

Suicidio Tiziana Cantone: il neuropsichiatra Stefano Vicari ‘Social network possono essere devastanti per una personalità fragile’