in ,

Blitz anti pedofilia in Lombardia: tra gli arrestati anche un malato di Aids

Emergono agghiaccianti particolari sulla misura cautelare disposta dalla Procura di Brescia, eseguita nelle province di Bergamo, Milano, Monza, Brianza, Parma e Brescia, che ha visto undici persone tratte in arresto con l’accusa di prostituzione minorile continuata.

Non solo un sacerdote – per l’esattezza parroco di Solza – un allenatore di calcio delle giovanili e un agente di polizia locale, ma tra le persone tratte in arresto vi sarebbe anche un uomo malato di Aids. Lui è Claudio Tonoli, 56enne sieropositivo, arrestato lo scorso gennaio dalla polizia locale di Montichiari (Brescia) nell’ambito della medesima operazione anti pedofilia. L’uomo, per ‘vendicarsi’ di aver contratto l’Hiv, chiedeva rapporti non protetti ai suoi giovani partners al fine di contagiarli, ed era disposto a pagarli anche il doppio rispetto alla cifra pattuita.

Gli arrestati secondo l’accusa avrebbero pagato con cifre tra i 20 e i 100 euro minorenni di 16 e 17 anni in cambio di prestazioni sessuali, talvolta ricompensandoli anche con regali quali biglietti per il parco divertimenti di Gardaland, gelati, cene al McDonald’s, addirittura anche telefoni cellulari da utilizzare per lo scambio di messaggi a contenuto erotico.

marco bianchi penne alla napoletana

La prova del cuoco ricette: penne alla napoletana di Marco Bianchi

sanremo 2016

Sanremo 2016, cantante incinta: chi è?