in ,

Blocco traffico a Milano e Roma, ecco come funziona: modalità, orari e comuni coinvolti

Iniziano oggi a Milano e Roma i provvedimenti di blocco del traffico per contrastare l’allarme smog che sta rendendo irrespirabile l’aria delle principali città italiane: ecco quali sono le modalità e gli orari di blocco e limitazioni del traffico nel Capoluogo lombardo  e nella Capitale.

Non cessa l’allarme smog nei principali centri urbani italiani favorita anche dalla prolungata mancanza di piogge: concentrazioni di polveri sottili sopra i limiti anche durante i giorni di Natale nei quali a Milano e hinterland si sono toccati anche picchi di 85 microgrammi al metro cubo contro una soglia massima consentita di 50. Ecco allora che da oggi sino al 30 Dicembre scatteranno le misure antismog: a Milano blocco totale del traffico dalle 10 alle 16 che, oltre alla città, coinvolge anche 13 comuni della provincia. In particolare, stop alle auto anche a Cinisello Balsamo, Sesto San Giovanni, Cusano Milanino, Cormano, Paderno Dugnano, Corsico, Buccinasco, Bresso, Senago, Rho, Pavia, Cesano Boscone, Cernusco sul Naviglio. Nonostante la possibilità di alcune deroghe, per favorire gli spostamenti è stata prolungata sino al 31 Dicembre la possibilità di utilizzare il biglietto urbano di corsa semplice (o extraurbano) per salire sui trasporti pubblici durante tutto l’arco della giornata.

A Roma, invece, le autorità comunali hanno optato per le targhe alterne: oggi e domani, nella Capitale si circolerà a targhe alternate dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30. In particolare, oggi non potranno circolare auto con targhe dispari e martedì stop ai veicoli con targa pari. Divieto assoluto, invece, a tutti i veicoli più inquinanti quali auto a benzina Euro 0 e 1, diesel sino a Euro 2 e, infine, moto e motorini Euro 0 e 1.

(Foto: ssuaphotos/Shutterstock)

Ultime notizie Napoli calcio

Ultime notizie calciomercato Napoli: Immobile torna di moda

Carolina Kostner Giappone

Carolina Kostner torna in pista: appuntamento in Giappone il 16 gennaio