in ,

Blue Whale a Catania: 16enne istigava coetanea al suicidio

La terribile moda del momento tra i giovanissimi è il gioco Blue Whale che istiga al suicidio. Tutto è nato dopo la denuncia de Le Iene con un servizio mandato in onda su Italia1. Nelle ultime settimane, così, sono diversi i presunti casi di Blue Whale con l’allerta massima da parte di forze dell’ordine e istituzioni con cui gli adolescenti si rapportano. Intanto, però, a Catania si stava per consumare una tragedia dettata dalle regole del Blue Whale. 

>>> Blue Whale gioco: parla l’esperto <<<

“Sei entrata nel ‘Blue Whale’  e  adesso non puoi ritirarti”. E ancora: “l’ultima prova da superare è buttarti da un edificio alto”. Sono queste le terribili indicazioni date a una 16enne catanese da un coetaneo della provincia di Cosenza, identificato e denunciato dalla polizia postale di Catania per istigazione al suicidio. Le indagini erano state avviate dopo la denuncia di una ragazza sulla partecipazione di una sua amica alla pratica del Blue Whale.

>>> Tentato suicidio a Molfetta: sospetto caso di Blue Whale <<<

Al 16enne di Cosenza la polizia postale ha notificato la denuncia nei suoi confronti, ha eseguito, su disposizione della Procura per i minorenni, una perquisizione e sequestrato dispositivi per accertare se abbia effettuato altri “adescamenti” del genere. Il 16enne ha ammesso contatti e partecipazione al Blue Whale, dicendo di essere stato contattato su Instagram.

Commissioni Esami di Stato 2017

Maturità 2017 nomi commissioni esami di Stato: l’annuncio del Miur

Smartphone, perdere foto e video e fonte di stress e ansia secondo uno studio

Smartphone, perdere foto e video è fonte di stress e ansia