in

BMC Medicine 2013: La carne processata fa male

Che la carne processata fa male lo sapevamo, ma la novità è che sembra aumenti il rischio di morire in giovane. Uno studio condotto su mezzo milione di persone in tutta Europa ha reso evidente quanto il sale e i prodotti chimici necessari a processare la carne come, insaccati, scatolame e affettati vari, possa incrementare rischi di malattie cardiovascolari nonchè aumentare la possibilità di cancro e morte in giovane età.

carne

Questa notizia è apparsa sulla rivista BMC Medicine e ha scosso la popolazione pur conoscendo già da tempo gli effetti non positivi di una dieta a base di insaccati e ricca di sale. Gli studi fatti su 10 stati Europei e svolti in circa 13 anni hanno evidenziato come i consumatori di insaccati e carne processata sono stati più propensi di altri a fumare, diventare obesi ed ammalarsi. Una persona ogni 17 seguite in questa ricerca è morta.

I risultati dello studio sono sconcertanti, i consumatori di circa 160 gr al giorno di carne processata avrebbero il 44% di possibilità in media di morire prima di chi ne mangia in media 20 gr. La British Heart Foundation suggerisce di mangiare carne magra e non elaborata.

Seguici sul nostro canale Telegram

Stasera in Tv debutta “The Voice of Italy” su Rai 2

Milano: distributori per la vendita di legumi vino e birra alla spina