in

Bob Dylan “ribelle e drogato”: no alla Legione d’Onore in Francia

La Legione d’Onore a Bob Dylan? In Francia c’è chi dice no. “Era un ribelle e faceva uso di droghe” è la motivazione addotta da Jean Louis Georgelin, presidente della Grande Chancellerie, l’istituzione che attribuisce la massima onorificenza francese. Intanto, la Grande Chancellerie ha tentato di sedare le polemiche, precisando che “il generale Georgelin non deciderà l’assegnazione della Legione d’onore”, in quanto tale competenza spetta ai 17 membri del consiglio dell’Ordine.

bob dylan concerto

A proporre il nome di Mister Zimmerman nella lista di candidati alla Legione d’Onore era stato il Ministro della Cultura Aurelie Filippetti. “Ho indicato fra le personalita’ straniere quello che Obama stesso ha definito uno dei piu’ grandi musicisti americani della storia“, ha dichiarato la Filippetti. Dietro la sua scelta, la convinzione che l’onorificenza a Bob Dylan possa essere “un buon segno per la Francia e per coloro che adorano il rock’n’roll e la musica in generale”.

La candidatura del cantautore statunitense avrebbe poi un altro significato: nel 2013 si festeggia infatti il cinquantennale dell’album “The Freewheelin”. Si tratta del secondo album ufficiale del cantante, contenente i successi di “Blowin’ in the Wind” e “Masters of War“. Ricordando quest’ultimo singolo, sorge un dubbio lecito: che dietro le motivazioni di Georgelin, generale e Capo di Stato Maggiore della Difesa dal 2006 al 2010, vi sia invece una personale avversione alle idee pacifiste del grande Bob? In questo caso, non ci sarebbe da stupirsi per un uomo di guerra del suo spessore…

Clamoroso Sky: scritta offensiva contro il Milan durante il Tg

pellegrini twitter

Federica Pellegrini e Filippo Magnini in crisi: la tentazione sarebbe il cugino di lui