in

Boiron, guida dell’omeopatia: “Prendo gli antibiotici e li do anche ai miei figli”

In questi giorni si torna a parlare di omeopatia, una delle pseudoscienze più quotate degli ultimi anni e che continua a fare danni. L’ultimo in ordine di tempo riguarda la tragica notizia del bambino di soli sette anni deceduto a causa di una banale otite che poteva essere guarita con degli antibiotici. A prendere parola, questa volta, è stato Christian Boiron durante un’intervista al Corriere della Sera. Boiron è considerato una sorta di guru dell’omeopatia ed è a capo del Gruppo Boiron in qualità di imprenditore, la sua azienda che prepara e commercializza prodotti omeopatici.

Secondo Boiron, l’omeopatia non dovrebbe escludere la medicina tradizionale e viceversa: “Anche mia madre e mio padre erano farmacisti, da piccolo sono stato curato in modi diversi. Casa nostra era frequentata da medici tradizionali e medici omeopati. La cosa davvero importante è proprio questa: scegliere un buon medico, perché è suo il compito di fare la diagnosi giusta e dare la cura più adatta“. L’omeopata ha chiarito che per le malattie gravi sono necessarie cure convenzionali ma, secondo il suo punto di vista, ai bambini oggi vengono somministrati troppi antibiotici.

Per Boiron, la parola chiave è quindi ‘sinergia’. L’unico problema è che l’omeopatia non funziona, la comunità scientifica è unanime nel definirla una pseudoscienza senza reali risvolti medici. Lo stesso Boiron ammette di utilizzare antibiotici e farmaci convenzionali, sia lui che i suoi figli, quando si trovano davanti a problemi seri. Starebbe quindi al medico curante valutare il singolo caso e capire quando somministrare prodotti omeopatici o medicinali tradizionali. Inoltre, per Boiron, l’omeopatia dovrebbe andare di pari passo con la medicina.

[dicitura-articoli-medicina]

Cuore, trovato il gene che protegge da infarti e malattie cardiache negli abitanti di un paese greco

Cuore, trovato il gene che protegge da malattie vascolari e infarto negli abitanti di un paese greco

camilla racconta amore clandestino con carlo

Carlo d’Inghilterra, Camilla racconta il loro amore clandestino: “Un incubo”, retroscena inediti