in ,

Busta con proiettile inviata alla Presidente della Camera Boldrini

Non accenna a rasserenarsi il clima in Italia e in particolare nei confronti della Presidente della Camera dei deputati Laura Boldrini.
Al centro postale di smistamento di Roserio, nei pressi di Milano, è stata intercettata una busta indirizzata proprio alla Presidente della Camera con dentro oltre a minacce scritte su un biglietto un proiettile sembra calibro 3,80.

M5S: FICO, OGGI CITTADINI RIDIVENTANO ISTITUZIONI

La notizia di quest’ultimo atto gravissimo ed intimidatorio si va a sommare ad un’altra novità che circola in queste ore e che contribuisce ad avvelenare il dibattito politico e ad esacerbare gli animi: Il Movimento 5 Stelle starebbe organizzando una querela di massa contro la Presidente Boldrini.

Un’azione di protesta di massa contro la Presidente della Camera “per la sua affermazione sui potenziali stupratori –ad affermarlo in una nota è il portavoce della presidente della Camera, Roberto Natalee che alla legittima iniziativa avrebbero già aderito numerosi parlamentari M5S. Vuol dire che toccherà sottoporre ai giudici il lunghissimo repertorio di minacce sessiste, di stupri evocati, di oscenità, di insulti che da domenica sono comparsi sul blog e sulla pagina Facebook di Beppe Grillo, e sentire da loro quale delicata definizione meritino invece gli autori di queste sconcezze, che in nessun modo e in nessuna sede la Presidente Boldrini ha riferito agli aderenti al Movimento 5 Stelle”.

Seguici sul nostro canale Telegram

Tim Patch

Pricasso, la rivoluzione dell’arte passa attraverso il corpo dell’artista

Niley Cirus Hacker foto sauna

Miley Cyrus, dichiarazione shock: “Non mi piacciono i bambini”