in

Bollette luce e gas rischio aumento per salvare Alitalia: allarme Arera

«Non usate i soldi delle bollette degli italiani per il salvataggio di Alitalia, c’è il rischio di un aumento delle tariffe di luce e gas per i consumatori!», questo l’allarme lanciato dall’Autorità per l’Energia, Reti e Ambiente (Arera), che ha inviato una segnalazione al Parlamento. Per salvare, infatti, Alitalia, il Governo potrebbe ricorrere a un aumento delle bollette energetiche.

Bollette luce e gas rischio aumento per salvare Alitalia: allarme Arera

Come riporta “Il Messaggero”, il «riferimento è agli articoli 37 e 50 del Decreto crescita», i quali prevedono «la possibilità di utilizzare 650 milioni di euro presenti sui conti della Cassa per i servizi energetici per la copertura finanziaria della misura in favore della continuità del servizio di Alitalia». Un’iniziativa sostenuta da Lega e Movimento 5 stelle. Qual è il meccanismo previsto? Ai consumatori verrà chiesto di pagare una modesta cifra in bolletta, che andrà a costituire una sorta di riserva, la quale sarà resa ai clienti nei trimestri in cui il prezzo dell’elettricità o del metano sale oltre le medie. A quanto ammonterà questo fondo? La forchetta oscillerà tra 1,5 e 2 miliardi, tuttavia, togliendone 650 milioni, si corre il rischio, piuttosto concreto, che tale cifra non sia sufficiente per «mitigare» gli effetti di un rincaro dei prezzi. Conseguenza? Un aumento delle tariffe in bolletta per i consumatori finali. Secondo l’Arera, sarebbe poi opportuno che la norma prevista nel dl crescita per la continuità del servizio della compagnia «venisse modificata nell’iter di conversione, per assumere il carattere di straordinarietà (una tantum), con riferimento esclusivo all’anno 2019, introducendo un termine di restituzione delle somme disponibili presso i conti della Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA)». 

«Il governo non usi i soldi delle bollette!»

Una battaglia quella dell’Autorità, guidata da Stefano Besseghini, che andrà avanti anche nei prossimi mesi: «Nell’esercizio delle loro competenze e in aderenza al proprio mandato istituzionale, continuerà a determinare i corrispettivi a copertura degli oneri generali perseguendo, in via prioritaria, la tutela dei clienti e l’efficiente funzionamento del settore elettrico». 

leggi anche l’articolo —> Autostrade in tempo reale oggi: traffico, incidenti, cantieri giovedì 30 maggio 2019

Live- Non è la D’Urso, Eliana Michelazzo contro tutti: «Lo schifo» sul bambino adottato dalla Prati

Ufficiale, l’Inter esonera Spalletti