in ,

Bollo auto 2016 novità: come e quando si paga, esenzioni e riduzioni

Tutti coloro che sono in possesso di un veicolo, automobile o moto che sia, devono fare i conti sempre con il pagamento del bollo auto, probabilmente una delle imposte meno amate dagli italiani; inizialmente questa era definita come “tassa di circolazione” ed era riservata dunque solamente a coloro che circolavano su strada con i propri mezzi. Dal 2009 però il pagamento del bollo si è allargato già in generale a tutti coloro che possiedono un veicolo.

La prima domanda che solitamente ci poniamo è quando si paga il bollo? Semplice, questa imposta va versata sempre entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza. Se ad esempio il bollo scade a marzo, entro l’ultimo giorno di aprile dovrete pagarlo. Il prezzo da pagare varia a seconda della potenza convertita in KW, dell’anzianità del mezzo e dell’impatto ambientale; nel dettaglio, si pagano 2,58 euro per ogni KW di potenza del motore. Per agevolare il vostro calcolo, è possibile collegarsi ai portali di Aci o Agenzia dell’entrate per scoprire quanto bisogna pagare esattamente.

Per quanto riguarda le esenzioni e le riduzioni invece ci sono diversi casi: i veicoli destinati al trasporto di persone disabili ad esempio sono esenti dal pagamento del bollo auto così come i possessori di veicoli con immatricolazione superiore a 30 anni, mentre hanno riduzioni parziali o totali i mezzi ibridi (esenti per i primi 3 o 5 anni dall’immatricolazione) e quelli alimentati a gpl o a metano. L’importo e la percentuale delle riduzioni possono variare a seconda della regione di immatricolazione del veicolo.

Ludovica Valli e Fabio Ferrara Uomini e Donne

Anticipazioni Uomini e Donne trono classico: le parole di Fabio che hanno emozionato Ludovica

Uomini e Donne anticipazioni Ludovica Valli e Fabio Ferrara

Uomini e Donne trono classico: ecco cosa hanno fatto Ludovica e Fabio dopo la scelta