in ,

Bollo auto 2017 scaduto: come fare per pagarlo in ritardo, cosa c’è da sapere

Bollo auto 2017 scadenza, cosa c’è da sapere

Lo scorso 31 dicembre 2016 è scaduto il bollo auto. L’ultima possibilità concessa per mettersi in regola con il pagamento dello stesso era quella di fare il rinnovo entro gennaio 2017. Il 31 l’ultima data utile per rinnovare il bollo auto di dicembre 2016, tassa automobilistica che tutti i possessori di auto e moto devono pagare.

Si tratta di una delle imposte più odiate dagli italiani anche perché, trattandosi di una ‘tassa di possesso’ dovuta da tutti i proprietari di automobili e motocicli anche non circolanti, appunto, è soggetta a sanzioni per i ritardatari che la pagano oltre il termine utile concesso.

Bollo auto, come fare a sapere quanto devi pagare

Come fare per conoscere l’importo esatto da pagare della tassa automobilistica? Dovete consultare il sito internet della Agenzia delle Entrate. Qui alla voce ‘Calcolo del bollo in base alla targa’ è facile risalire alla cifra grazie alla funzione che consente di calcolare la tassa automobilistica inserendo la targa del veicolo in vostro possesso.

Il calcolo viene effettuato prendendo in considerazione tutte le informazioni della vettura o motociclo presenti nel sistema. Sarà inoltre considerato il tariffario della Regione di residenza del proprietario del veicolo. Il pagamento del bollo auto deve essere effettuato in periodi fissi che solitamente coincidono con il primo mese di validità della tassa. Per fare un esempio: per un autoveicolo con scadenza del bollo aprile 2016 il versamento della tassa dovrà essere effettuato nel mese di maggio 2015.

>>> TUTTO SUL BOLLO AUTO <<<

Una volta inserito il vostro numero di targa verrà evidenziato lo storico dei precedenti pagamenti e segnalate eventuali sanzioni e interessi qualora l’utente non sia in regola. Se la richiesta di calcolo bollo auto è effettuata nel periodo previsto per il pagamento, ovviamente non sono indicati importi per sanzioni e interessi, viceversa se avviene in ritardo rispetto al termine ultimo di pagamento, vengono visualizzati anche i relativi importi di sanzioni e interessi d pagare.

Bollo auto: come fare per pagarlo in ritardo

Se il bollo auto viene pagato in ritardo, scatta una sanzione pari allo 0,1% per ogni giorno di ritardo rispetto al termine ultimo di scadenza, più gli interessi legali giornalieri con maturazione giorno per giorno se il rinnovo viene effettuato entro 15 giorni. Esistono tuttavia delle sanzioni ridotte per chi paga in ritardo il bollo auto. 

Con lo strumento del ‘ravvedimento operoso’ previsto dalla Agenzia delle Entrate viene infatti concesso agli automobilisti di pagare il bollo auto con ritardo di brevi periodi, e con l’applicazione di una riduzione sulle sanzioni normalmente previste in virtù della Sanatoria cartelle Equitalia. Chi paga la tassa automobilistica entro 30 giorni dalla scadenza, riceverà l’applicazione di una sanzione del 2,5% della tassa più gli interessi di mora giornalieri calcolati al tasso del 3%; chi dopo 30 giorni ma entro 12 mesi, la sanzione del 3% oltre gli interessi di mora giornalieri del 3%; chi invece dopo 12 mesi andrà incontro a una sanzione del 30%, alla quale si sommano gli interessi di mora del 2.5% calcolati su base semestrale. Per poter usufruire delle sanzioni ridotte per chi paga in ritardo, è necessario che non sia stato ancora notificato un avviso di pagamento da parte della Agenzia delle Entrate.

Dove pagare il bollo auto scaduto? Sarà sufficiente recarsi presso un tabacchi, un ufficio postale o uno sportello bancario, altrimenti effettuare la procedura online sul sito dell’Aci, dove potrete reperire l’importo esatto da pagare inclusivo di sanzioni.

android marshmallow

Aggiornamento Android 7.0 Nougat e 6.0.1 Marshmallow su Huawei P8 Lite e Honor 6X 2017 in Italia: release pronta e ultime novità per i device cinesi

Barcellona – Atletico Madrid probabili formazioni e ultime news, semifinale Coppa del Re 2017