in

Bologna: 10 cose da fare gratis nella città degli orchestrali [FOTO]

“Dotta” per la famosa università, “Grassa” per la ricca tradizione culinaria, e “Rossa” per il caratteristico colore dei mattoni con i quali furono costruiti palazzi e torri: se non avete ancora visitato Bologna, città-gioiello dove si respira cultura e profumo di buon cibo, è arrivato il momento di rimediare. Come? Scoprendo grazie alla nostra guida esclusiva 10 cose da fare gratis per vivere un’esperienza di viaggio autentica e indimenticabile.

#1. Affacciarsi sulla finestrella di Via Piella per godere di una suggestiva veduta sul Canale Reno. Sapevate che la città nasconde un reticolo di ben 60 chilometri di vie d’acqua? Eccone un assaggio: lo stupore, di fronte a questa piccola Venezia, è garantito…

#bologna #viapiella #fiumiciattolo #finestranaturale #italy #finestra #dipintonaturale

Una foto pubblicata da Mario Carollo (@krollo85) in data:

#2. Visitare l’Archiginnasio. In Piazza Galvani, dietro la Basilica di San Petronio, trovate l’Archiginnasio, una delle biblioteche civiche più importante d’Italia per il pregio del suo patrimonio: rimarrete letteralmente a bocca aperta di fronte alla bellezza dei seimila stemmi araldici affissi alle pareti del cortile! Con solo 2 euro potrete visitare il teatro anatomico, gioiellino dagli interni in legno dove un tempo facevano lezione gli studenti di anatomia.

#3. Ammirare le Due Torri e cercare…le altre. Pensavate che a Bologna ci fossero solo Due Torri? Apprestatevi a ricredere: oltre alla Torre degli Asinelli – famosa per essere la torre pendente più alta d’Italia – e alla Garisenda, in città ce ne sono altre 22, di cui alcune non troppo difficili da scovare. Per godere di paesaggi mozzafiato dall’alto salite, al costo di 3 euro, i 498 gradini della Torre degli Asinelli.

#4. Scoprire il Compianto sul Cristo Morto nel complesso monumentale di Santa Maria della Vita (Via Clavature 8-10): si tratta di un bellissimo gruppo scultoreo composto da figure policrome in terracotta.

SCOPRI TUTTE LE IDEE DI VIAGGIO SU URBAN POST!

#5. Respirare la “bolognesità” in Piazza di Santo Stefano. E’ questo un luogo magico, dove la sera potrete incontrare musicisti, studenti, cittadini che non si negano a due chiacchiere. A fare da cornice alla piazza la suggestiva Basilica di Santo Stefano, complesso storico di incredibile suggestione composto da ben sette edifici sacri articolati in cappelle e chiese che risalgono a diversi periodi storici.

#6. Godersi Piazza dei Celestini. Voglia di ripercorrere le orme di Lucio Dalla? In questa piazzetta accogliente, simile ad un salottino a cielo aperto, si respira un’atmosfera suggestiva: a volte, sotto le finestre della casa del compianto artista, si possono sentire le sue melodie…

#7. Alla scoperta di via del Pratello. Se siete nostalgici degli anni sixties, non potete perdervi una passeggiata lungo la strada popolare del centro che un tempo è stata centro nevralgico dei movimenti politici e delle iniziative studentesche.

#8. L’Orto Botanico: cuore “green” della città. Se amate la natura, potreste optare per una sosta rigenerante in questo luogo magico e profumato (ingresso gratuito; aperto da lunedì a venerdì ore 8.30 – 15.30 e sabato 8.30 – 13.00; chiuso la domenica).

#9. Perdersi nella Certosa, cimitero monumentale della città (zona Stadio). Qui potete ammirare sculture e pitture di rara bellezza, che vantano la firma di artisti bolognesi del XIX e XX secolo. Il suo suolo è stato calpestato, tra gli altri, da Charles Dickens, Lord Byron e Jules Janin.

#graveyard_dead #taphophilia #certosabologna #bologna

Una foto pubblicata da salviasalvia (@salviasalvia) in data:

#10. Pellegrinaggio a San Luca. Se avete ancora voglia di camminare, regalatevi una bella escursione fuori porta: dal Meloncello parte un percorso sotto i portici che vi condurrà fino al Santuario della Madonna di San Luca, da dove godere di affacci meravigliosi su tutta la città.

☀️ #chiediamolaunagraziaognitanto #SanLuca #quantoseibella #winter #cold

Una foto pubblicata da Elena Rossi (@eleross_) in data:

In apertura: i portici di San Luca – Image Credits Giorgio Minguzzi/Wikimedia Commons (Questo file è sotto la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 2.0 Generico)

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Italo assunzioni di hostess e steward nel 2017

Italo assunzioni 2017: si cercano hostess e steward, ecco come candidarsi

Film in uscita gennaio 2017: Silence al cinema con la firma di Martin Scorsese (TRAILER)