in ,

Bologna calcio, Donadoni pronto a cambiare: 3-5-2 o 4-3-1-2?

Primo allenamento e presentazione ufficiale alla stampa nella giornata di ieri per il nuovo tecnico del Bologna Roberto Donadoni, che torna in Emilia dopo l’esperienza a Parma, per sostituire l’esonerato Delio Rossi e provare a risollevare le sorti della stagione dei rossoblu; il cambio di tecnico spesso equivale anche ad una rivoluzione tattica, seppur moderata.

Così già dalle prime sgambate agli ordini del nuovo allenatore, abbiamo potuto osservare come Donadoni sia pronto a dare la sua impronta a questo Bologna; probabile dunque che venga accantonato il 4-3-3, con due moduli nuovi pronti a sostituirlo. Da un lato un classico 3-5-2, a cui il tecnico è molto legato dai tempi di Parma e che prevederebbe l’uso di due attaccanti “leggeri”, Mounier e Giaccherini ad esempio, con l’avanzamento di Masina a centrocampo e il recupero di Mbaye, finito nel dimenticatoio. Si rivedrebbe probabilmente anche Crisetig, arrivato con i crismi del regista del futuro e poi caduto subito nel vortice delle rotazioni.

Dall’altra parte ci sarebbe anche un altro modulo, un 4-3-1-2 che permetterebbe così di non stravolgere l’assetto difensivo; a beneficiarne potrebbe essere Mattia Destro, non più isolato la davanti ma affiancato da Mancosu, con Brienza nel ruolo di trequartista; questo schieramento è stato provato anche in allenamento ieri ma al momento è difficile capire su quale ricadrà la scelta di Donadoni.

Consigli Fantacalcio 21a giornata

Fantacalcio, consigli 11a giornata Serie A: chi schierare secondo UrbanPost

Perugia

30 ottobre 1977: Renato Curi, talento del Perugia, muore in campo