in ,

Bologna, rapina finisce nel sangue: il barista reagisce, freddato

Una rapina finita nel peggiore dei modi: lui reagisce, i malviventi lo freddano. È successo a Riccardina di Budrio (Bologna) dove un barista, 45 anni, è stato ucciso durante un tentativo di rapina. L’uomo, Davide Fabbri, figlio del titolare del locale, avrebbe reagito alla richiesta di soldi da parte del malvivente, armato con un fucile e una pistola. Nella colluttazione tra i due sono partiti alcuni colpi che hanno ferito lievemente due clienti. Poi la vittima è stata uccisa con un colpo alla testa. Il malvivente è riuscito a fuggire a piedi.

—> TUTTO SUL MONDO DELLA CRONACA

Come riporta l’agenzia TgCom24, al momento l’uomo è ancora a piede libero. Sul posto, sulla strada che da Budrio porta a Mezzolara, sono intervenuti i carabinieri.  Prima di darsi alla fuga, il rapinatore avrebbe minacciato anche la moglie della vittima. Alcuni testimoni hanno descritto l’uomo come uno straniero di bassa statura. Durissimo il commento del sindaco della provincia bolognese che, su Facebook, non le ha mandate a dire.

Così il primo cittadino Giulio Perrini: “Si tratta di un fatto di un’efferatezza e una gravità inaudite per Budrio e per qualsiasi altro territorio. Sono inorridito per quello che è successo, ma fermo nel voler reagire immediatamente e senza tentennamenti a quello che è accaduto. Dobbiamo respingere a testa alta questa violenza e chiediamo alle autorità competenti di assicurare alla giustizia il responsabile nel più breve tempo possibile”.

Colombia, Maltempo killer: 254 morti e migliaia di dispersi

Nicola Galli Lucca, tragedia per il base jumper: morto in Trentino