in

Bologna, selfie davanti alla Lamborghini della Polizia: arrestate due persone

Due ragazzi sono stati arrestati a Bologna dalla Polizia per possesso e spaccio di stupefacenti. Sono stati proprio i due arrestati ad attirare l’attenzione su di loro. Si divertivano a scattarsi “selfie” davanti alla Lamborghini Huracan della Polstrada, esposta in Piazza Maggiore a Bologna per la Festa della Polizia. Ad allarmare gli agenti in piazza è stato il fatto che i due tenessero in mano mazzette di banconote, come a ostentare ricchezza. Da qui gli agenti si sono avvicinati e hanno scoperto che detenevano ai fini di spaccio diversi grammi di hashish. Da qui è scattato l’arresto per i due giovani.

Leggi anche –> Incidente sull’autostrada A12 a Lavagna: due morti, traffico bloccato

Chi sono i due arrestati dalla polizia a causa di un selfie?

A finire in arresto per detenzione di stupefacenti a scopo di spaccio sono stati  un diciannovenne nato in Bangladesh e ventenne rumeno, entrambi residenti a Bologna con le rispettive famiglie e incensurati. A notarli mentre si scattavano foto con i cellulari sono stati due dei tanti agenti che ieri pomeriggio, 10 aprile 2019, erano presenti in Piazza Maggiore per la festa della polizia. Una volta fermati i due sono stati trovati senza documenti e per questo stavano per essere accompagnati in Questura. Però nel frattempo, un cane antidroga della Polizia aveva cominciato ad annusare con insistenza il giovane bengalese. Questo ha permesso alla polizia di perquisire il giovane, che è stato trovato con addosso circa 72 grammi di hashish e 21 pastiglie di antidepressivo. L’amico romeno è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico. Per questi motivi i ragazzi sono stati immediatamente arrestati.

La polizia ha continuato le indagini

La Polizia non si è fermata al solo arresto, ma sospettando che i giovani svolgessero l’attività di spaccio da tempo ha perquisito le abitazioni di entrambi. A casa del ragazzo rumeno è stato trovato un altro grammo scarso di hashish nascosto tra i vestiti. Il controllo a casa del cittadino del Bangladesh non ha rivelato ulteriori sorprese. Ai due giovani la polizia ha complessivamente sequestrato 465 euro, ritenuti probabile proventi di attività di spaccio visto che entrambi risultano disoccupati. Sequestrati anche i telefoni usati per scattare i selfie. I telefoni ora sono in mano alla scientifica che li esaminerà in quanto potrebbero rivelare informazioni utili per fare luce sulla loro probabile attività di spaccio.

Leggi anche –> Sudan, colpo di stato ultime news: cosa sta succedendo

vigili del fuoco

Incidente sull’autostrada A12 a Lavagna: due morti, traffico bloccato

Striscia La Notizia, l’aggressore di Brumotti arrestato a Napoli assieme a una banda di pusher