in

Bologna, smantellati due cartelli di imprese funebri: arrestate 30 persone

Detenevano il potere, controllando le camere mortuarie dei due principali ospedali di Bologna, quello Maggiore e il Policlinico Sant’Orsola-Malpighi, in altre parole riuscivano con non poca facilità ad avere il monopolio nell’aggiudicazione dei servizi funebri. Le forze dell’ordine però li hanno scoperti.

Bologna, maxi operazione: smantellati due cartelli di imprese funebri

Una maxi operazione che ha portato i carabinieri a smantellare due cartelli di agenzie funebri. Le indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Bologna e hanno permesso di smascherare una vera e propria associazione volta alla corruzione e al riciclaggio. Trenta le misure cautelari e 43 le perquisizioni fatte da 300 militari, che hanno sequestrato nel corso dell’operazione, condotta tra le province di Bologna, Modena, Ferrara, Rimini e Gorizia, un «patrimonio» di beni mobili e immobili del valore di circa 13 milioni di euro. Alla base del sistema, secondo l’inchiesta, ci sarebbero alcuni infermieri. Sarebbero stati proprio questi ultimi ad “agganciare” i familiari dei defunti, mettendoli in contatto con i referenti delle varie agenzie, presentando naturalmente quelle di maggior interesse come le più economico, rapide ed efficienti.

Cartelli imprese funebri: 30 persone arrestate

Alla base dunque una collaborazione tra alcuni membri dello staff sanitario e i referenti delle imprese stesse, che attraverso una stabile presenza presso gli ospedali, in contravvenzione a quanto normativamente preciso, davano nell’immediatezza tutti i dettagli e spingevano i clienti a definire la pratica nei loro uffici. Questa sistematica pratica comportava una suddivisione del lavoro tra le varie agenzie coinvolte in questo progetto e una distribuzione alle stesse dei guadagni e l’investimento in nero di questi ultimi. Per avere maggiori dettagli su questo giro di racket delle agenzie di pompe funebri smantellato dalle forze dell’ordine bisognerà aspettare la conferenza stampa prevista per le ore 10.45 presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Bologna.

leggi anche —-> Sciopero Atac Roma 17 gennaio 2019: gli orari e le fasce garantite

Sciopero Atac Roma 17 gennaio 2019: gli orari e le fasce garantite

Enrico Mentana minacciato: lettera con svastica e insulti anche ad altri giornalisti