in ,

Bologna, spacciatrice a 18 anni: vendeva fuori da scuola droga procuratale dal padre

Una ragazza bolognese di 18 anni, ieri mattina intorno alle 8:00 è stata fermata dai carabinieri che l’hanno colta in flagrante mentre spacciava droga fuori da un liceo cittadino. E’ stato un militare in borghese con un cane anti-droga ad averla notata mentre passava qualcosa in mano ad un altro studente, vedendola poi gettar via il tutto dentro un cassonetto col sopraggiungere della pattuglia. Droga

Stava vendendo ad alcuni studenti una dose di marijuana, e da lì è poi scattata una perquisizione della polizia nella sua abitazione. Quando i militari sono entrati in casa hanno trovato il padre della giovane, il quale si è assunto la responsabilità del quantitativo di droga trovato a sua figlia. “Gliela procuro io”, avrebbe confessato alle forze dell’ordine. In casa vi era anche altra sostanza in uno stipetto, non in camera sua: circa 40 grammi di hascisc, confezionati in involucri e un bilancino. Quantitativi di droga che l’uomo sostiene di procurare alla figlia, per uso personale, al fine di evitarle il contatto diretto con i pusher, asserendo inoltre di non essere mai stato a conoscenza che la ragazza a propria volta la vendesse a scuola. L’uomo, 40 enne barista saltuario, è stato arrestato secondo le disposizioni del pm Antonello Gustapane, e la 18 enne si trova al momento ai domiciliari.

Il servizio di controllo in prossimità degli istituti scolastici va avanti da un po’ di tempo, per iniziativa della compagnia Bologna Centro comandata dal capitano Giuseppe Musto, in accordo con la Procura, al fine di “impedire che gli studenti possano acquistare marijuana addirittura prima dell’inizio delle lezioni”, come afferma il procuratore aggiunto della Procura, Valter Giovannini.

 

papazian cancro seno cane

Dobermann salva padrona da cancro al seno: la sottile linea rossa tra scienza e coincidenza

iene mediaset

Ignazio Marino minaccia punizioni esemplari per i furbetti beccati da Le Iene