in

Bologna, sport e solidarietà: il convegno benefico raccoglie 40mila euro

Puntare sulla leadership sia nel mondo dello sport che in quello aziendale. È stato questo il tema all’ordine del giorno del convegno di giovedì sera che si è tenuto presso l’Auditorium Faac “Giuseppe e Michelangelo Manini”, “Sport e aziende, la cultura di stare insieme”, promosso da Faac, Illumia e Macron con il supporto del Bologna FC e del tecnico rossoblù Roberto Donadoni come testimonial.  L’evento ha visto la partecipazione di oltre 200 persone che hanno assisto ad un focus sul tema della leadership nel mondo dello sport e in quello aziendale. La conferenza è nata con l’obiettivo di raccogliere fondi a supporto dell’Associazione Papa Giovanni XXIII e della Mongolfiera Onlus . L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo da numerose aziende del territorio, ed è stato così possibile raccogliere una somma di oltre 40 mila euro.

Bologna, sport e solidarietà: il convegno benefico raccoglie 40mila euro

Secondo le tre aziende bolognesi promotrici del convegno benefico, ovvero Illumia, Faac e Macron, essere un buon leader significa creare nuove opportunità per le persone, valorizzandone il talento, e raccogliere le sfide con passione e intraprendenza. L’allenatore del Bologna, Roberto Donadoni, è intervenuto sul tema della conferenza raccontando la leadership nel calcio professionistico a partire dalla carriera di giocatore prima e allenatore poi. “Siamo orgogliosi di poter aiutare due associazioni che si adoperano ogni giorno per sostenere economicamente e umanamente la vita quotidiana delle persone meno fortunate” – ha sottolineato Marco Bernardi, Presidente di Illumia – .“Siamo anche molto contenti di aver ideato questa iniziativa con Faac e Macron trasformando una partnership aziendale in un’intesa che va ben oltre la sponsorizzazione del Bologna, ma punta a dare un contributo fattivo e, perché no, culturale. L’adesione di così tante aziende del territorio in un tempo così ridotto è un segnale bellissimo di cui siamo fieri e che ci spinge a pensare a nuove iniziative. Proprio come avviene nella nostra società, dove i risultati migliori si raggiungono grazie alla carica positiva che ognuno di noi apporta con la propria energia”. Sulla stessa lunghezza d’onda Jacopo Malacarne, Direttore di Divisione FAAC: “La sensibilità verso gli altri condivisa da Donadoni, FAAC, Illumia e Macron, ci ha permesso di organizzare in brevissimo tempo il primo dei due convegni benefici ideati. Come ricorda il tema della serata, Leadership Diffusa, che ha un’importanza chiave sia nel mondo delle aziende che in quello delle società sportive professionistiche, la capacità di passare dall’individuo ad una pluralità è alla base del raggiungimento di ogni obiettivo. L’uomo di azienda o l’atleta singolo, pe quanto bravo, non è più sufficiente da solo. Anche nel campo sociale, la capacità di coinvolgere una pluralità di individui e possibilmente di aziende ed istituzioni può essere al centro di un rinascimento culturale e civico nella nostra società”.

Bologna, sport e solidarietà: il convegno benefico raccoglie 40mila euro

Nel mondo di oggi le aziende sono portate a confrontarsi sempre di più con tematiche inerenti la leadership “diffusa” (ovvero da pochi a molti) secondo la quale un gruppo limitato di persone esercita, in sincronia, modalità di leadership collettiva e complementare al fine di generare la miglior performance di un gruppo più ampio di collaboratori. Molte società professionistiche sono riuscite a superare questa sfida e possono quindi rappresentare un modello per molte altre. Le altre due associazioni presenti alla conferenza promuovono invece la leadership come mezzo di solidarietà. L’Associazione Papa Giovanni XXIII, ad esempio, sostiene il “Servizio Antitratta”, istituito dalla comunità per difendere le donne vittime della schiavitù sessuale. Il progetto porta avanti un’opera di aiuto attraverso dei “gruppi di contatto” che incontrano le donne costrette a prostituirsi in strada e le aiutano a trovare una via d’uscita attraverso l’accoglienza in una struttura comunitaria e l’aiuto nel disbrigo di pratiche burocratiche, ma anche corsi di apprendimento della lingua italiana e di formazione in generale. L’impegno de La Mongolfiera Onlus, invece, è volto all’aiuto economico delle famiglie che devono affrontare maggiori costi educativi e di istruzione dovuti alla condizione di disabilità o di disagio dei figli e le famiglie di ragazzi con disabilità sottoposti a terapie riabilitative per le quali sono necessari ampi fondi economici.

città della scienza napoli planetario corporea

Città della Scienza Napoli: il Planetario e “Corporea” danno il via alla rinascita del complesso partenopeo

Patrick Stewart tweet trump

Patrick Stewart tweet su Trump: “Divento americano per oppormi a lui”