in

Bologna, Viminale risarcisce ultras sfigurato da lacrimogeno nel 2005

Dopo 9 anni è stata emessa ieri dal tribunale civile di Bologna una sentenza che ha del clamoroso: il Ministero degli Interni infatti è stato condannato a risarcire un tifoso rossoblu che nel 2005, durante gli scontri avvenuti nel corso dello spareggio tra Bologna e Parma allo Stadio Dall’Ara, fu colpito in volto da un lacrimogeno sparato ad altezza uomo da un agente di polizia, rimanendo gravemente ferito in volto. hooligans

L’agente non fu mai identificato e la causa penale si concluse con un’archiviazione vista l’impossibilità di procedere a suo carico; fu assolto da ogni responsabilità anche il funzionario dell’ordine pubblico designato in quella circostanza, in quanto esente da colpe.

L’episodio come detto accadde durante la partita tra Bologna e Parma del 18 giugno 2005; nell’occasione un gruppo di ultras, che precedentemente aveva fatto irruzione in una palestra e si era munito di attrezzi contundenti, aprì un varco nelle barriere divisorie tra i settori. Le forze dell’ordine furono autorizzate all’uso dei lacrimogeni, da sparare al suolo ma qualcuno contravvenne all’ordine. Il Ministero degli Interni è stato così condannato dal giudice della terza sezione civile di Bologna ad un risarcimento di 12.331 euro mentre al tifoso è stato attribuito un concorso di colpa del 50%, visto che “il suo comportamento ha determinato il verificarsi della situazione.”

cortei regole polizia manifestanti area rispetto

Cortei, nuove regole per la polizia: evitare gli scontri con i manifestanti

Barak Obama vinse le elezioni per la prima volta il 4 novembre 2008

Barack Obama: primo presidente afroamericano ad insediarsi alla Casa Bianca, ecco come avvenne