in

Bonus assunzioni 2016 per disoccupati, donne e giovani: tutte le informazioni sugli sgravi fiscali

Anche in questo 2016 le imprese intenzionate ad assumere nuovo personale potrà godere di alcuni bonus assunzioni. Con la Legge di Stabilità 2016, infatti, sono stati introdotti e confermati alcuni bonus, in particolare il bonus disoccupati, il bonus donne e quello per i giovani. Chi assume queste categorie di persone potrà quindi godere di agevolazioni sugli sgravi fiscali. Vediamo più nel particolare di cosa si tratta.

Per quanto riguarda il bonus disoccupati si tratta di consistenti sgravi fiscali per chi decida di assumere questa determinata tipologia di soggetti. Per ogni assunto a tempo indeterminato, infatti, si potrà godere di sgravi contributivi del 40% per una durata totale di 24 mesi. Si tratta di un bonus già esistente, anche se lo scorso anno era prevista una durata di 36 mesi.

Il bonus donne, invee, riguarda appunto le assunzioni fatte in favore di personale di sesso femminile. Il datore di lavoro o l’impresa potrà godere di sgravi fiscali se assumesse a tempo indeterminato o determinato donne over 50: sgravi contributivi del 50% dei contributi Inps e Inail, per una durata di 18 mesi (a tempo indeterminato) e 12 mesi (a tempo determinato).

Se si trattasse di donne disoccupate da almeno 6 mesi, nel periodo 2014-2020 il bonus assunzioni 2016 potrà essere utilizzato solo se dovessero essere assunte donne over 50, ma residenti in zone svantaggiate d’Italia (Regioni del Sud e alcuni territori del Centro-Nord). Se, invece, le interessate fossero donne disoccupate da almeno 12 mesi, il bonus assunzioni riguarda tutte le donne residenti sul territorio italiano.

Poi è previsto anche il bonus giovani, facendo riferimento alle agevolazioni previste nel progetto Garanzia Giovani. Questi vantaggi sono cumulabili con il bonus apprendistato, anche se l’orario non deve mai superare il 60% del totale delle ore. Quest’ultimo fa parte dei bonus assunzioni 2016 e riguarda un’aliquota agevolata del 10%, che potrebbe essere allungata di un anno se il contratto di apprendistato dovesse diventare un contratto a tempo indeterminato. Per avere maggiori informazioni è consigliabile consultare la Circolare Inps relativa all’argomento.

In apertura foto di Uber Images/Shutterstock.com

Written by Giuseppe Cubello

Studente all'Università Magna Graecia di Catanzaro. Innamorato dello sport. Sogno di diventare presto giornalista pubblicista.

Alessio Bernabei Facebook, che sfogo per l’ex Dear Jack: “Imma voleva solo apparire”

Calciomercato Roma news, Manolas resta: spunta una clausola rescissoria