in ,

Bonus Bebè 2015: domanda respinta, ecco come richiedere il riesame

Il Bonus Bebè 2015 è un contributo stanziato dal governo erogato dall’Inps per i nuovi nati, adottati o in affidamento preadottivo dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017. Per ottenere tutte le mensilità dell’assegno, , che può essere di 80 o 160 euro a seconda del reddito Isee, è necessario presentare domanda entro tre mesi dalla nascita, adozione o affidamento del bambino.

L’Inps ha comunicato la procedura da seguire per presentare la domanda di riesame, nei casi in cui la domanda è stata respinta. Nel messaggio divulgato dall’Ente si apprende quando è possibile richiedere il riesame, ossia se non è stato reperito un Isee valido oppure se dalla dichiarazione Isee non risulta convivente il figlio per il quale l’assegno è richiesto. In queste circostanze è necessario presentare un’apposita domanda l’Inps competente che avvierà un’istruttoria per verificare se i requisiti sussistono.

Gli utenti in possesso del Pin dispositivo potranno accedere al sito istituzionale nella sezione dedicata al Bonus Bebè e utilizzare la funzione di comunicazione delle variazioni delle domande già inviate, invio comunicazioni. Nel caso in cui il riesame abbia esito positivo le mensilità arretrate non andranno perse.

Photo credit: Grecov’s/shutterstock

Javier Zanetti 10 agosto 2015

10 agosto 2015, Javier Zanetti compie 42: leggenda vivente dell’Inter

Borriello Calciomercato Bologna

Calciomercato Bologna: in attesa di Destro, si valutano Borriello e Beric