in ,

Bonus Bebè 2016: istruzioni, Inps, requisiti, scadenza, domande per non perdere la mensilità

Per tutti i genitori di bambini nati o adottati tra il 1 gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017 c’è la possibilità, previa presenza dei requisiti richiesti, di ricevere dall’Inps il Bonus Bebè 2016, un contributo che lo stato ha varato a partire dalla Legge di Stabilità 2015 e rinnovato anche per il 2016. Molte però sono le domande per capire come presentare la richiesta e a chi, ma soprattutto quali sono effettivamente i requisiti richiesti. Urban Donna – Mamma vi ricorda tutte le istruzioni per richiedere con sicurezza e semplicità il Bonus Bebè 2016.

Possono richiedere il Bonus Bebè 2016 famiglie in cui almeno uno dei genitori sia cittadino italiano o comunitario oppure cittadino di Stati extracomunitari con permesso di soggiorno UE ma che sia, oltre che residente in Italia e convivente con il figlio, intestatario di un ISEE con un valore non superiore 25.000 euro annui. L’importo del Bonus Bebè 2016 è di 960 euro all’anno, ovvero 80 euro al mese con un ISEE inferiore a 25.000 euro annui, mentre è di 1.920 euro, ovvero 160 euro al mese, nel caso in cui il valore ISEE non sia superiore a 7.000 euro annui. Il Bonus è corrisposto dall’Inps per i primi tre anni del bambino o dal suo ingresso nella famiglia.

In presenza di questi requisiti, per evitare di perdere mensilità, alla nascita / ingresso del bambino in famiglia si ha tempo fino a 90 giorni per presentare domanda (telematicamente, telefonicamente o presso un CAF di zona) in modo tale da ricevere fin dal primo giorno del bambino il Bonus Bebè 2016.

Uli Emanuele morto

Uli Emanuele morto, tragedia nel base jumping: aveva 29 anni

massaggi spiaggia pericolosi

Massaggi in spiaggia, è allarme: “Sono dannosi per la salute”