in ,

Bonus Bebè 2016: le nuove agevolazioni durante la maternità

Con la Legge di Stabilità 2016 sono state confermate anche per il nuovo anno le più importanti agevolazioni per la famiglia e la maternità come il Bonus Bebè 2016 (di cui qui potete trovare tutti i dettagli) il quale può essere richiesto in base ai requisiti dalle lavoratrici dipendenti sia del settore pubblico che privato e dalle lavoratrici autonome, libere professioniste o imprenditrici.

Ad ogni modo, per aiutare la donna che lavora a potersi occupare serenamente per i primi mesi di vita del bambino la maternità INPS è diventata da anni praticamente strutturale nel welfare italiano. Durante il periodo di maternità obbligatoria (ovvero quella che viene elargita per legge dall’azienda che dura 5 mesi), lo stipendio sarà dell’80%, mentre se si richiede la maternità facoltativa (altri 10 mesi) lo stipendio è ridotto al 30%. Nel caso in cui le mamme non utilizzassero la maternità facoltativa, avranno diritto a voucher asilo e babysitter per il pagamento delle spese.

Ad ogni modo, il Governo pare al lavoro riguardo delle novità per la maternità delle mamme lavoratrici autonome (anche con partita Iva non iscritte agli ordini professionali); nelle prossime settimane il governo ha affermato che lavorerà per una maternità anche per loro, con un assegno pari all’80% del reddito dichiarato nei mesi che hanno preceduto il parto; questo contributo dovrebbe venire assicurato per una durata di 5 mesi, durante i quali la neomamma non dovrà lavorare.

Credit Foto: Monkey Business Images / Shutterstock

terrina salmone branzino anna moroni

Terrina di salmone, branzino e pistacchi di Anna Moroni: ricetta con foto

Napoli 3-1 Sassuolo diretta Serie A 20^ giornata: risultato finale