in ,

Bonus Nido 2017 Inps: a chi spetta, requisiti e come richiederlo

Bonus Nido 2017 Inps: cos’è, quanto vale e le altre agevolazioni famiglia di quest’anno

Tante le agevolazioni famiglia che la Legge di Bilancio 2017, approvata definitivamente in Parlamento a dicembre, ha portato agli italiani. Tra di esse c’è anche il Bonus Nido 2017 che, per quanto si sa al momento, è un incentivo economico di 1000 euro a disposizione delle famiglie che hanno un bambino tra zero e tre anni iscritto all’asilo nido, pubblico o privato che sia. Si tratterebbe quindi di un aiuto economico che lo Stato dà alle famiglie che, per motivi lavorativi o di altro genere, hanno necessità di iscrivere all’asilo nido il proprio bambino.

Un’agevolazione famiglia pensata in modo molto simile al Bonus Mamma Domani 2017, anch’esso inserito nella Legge di Bilancio. Anche in questo caso infatti il bonus è pensato per aiutare economicamente le donne che stanno per diventare madri ad affrontare le spese più ingenti con l’arrivo di un neonato in famiglia. Da non dimenticare inoltre una novità importante come il Fondo Credito per i Nuovi Nati, che partirà presumibilmente con marzo, ma anche le conferme che sono state attuate con l’inizio del nuovo anno; riconfermati infatti alle stesse condizioni nel pacchetto famiglia il Bonus Bebé 2017 nonché i Voucher Babysitter e i Buoni Nido.

=> Volete essere sempre aggiornati? Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook!

Bonus Nido 2017 Inps: a chi spetta e requisiti per richiederlo

In molti ad ogni modo si domandano esattamente come funzioni il Bonus Nido 2017: a chi spetta e quali sono i requisiti per richiederlo? Esattamente come accaduto con il Bonus Mamma Domani 2017, malgrado la proposta di un emendamento che inserisse un vincolo economico relativo all’Isee per poterne fare richiesta, il Bonus Nido 2017 per come è stato approvato in Parlamento è disponibile per tutte le famiglie che abbiano in casa un bambino fino ai tre anni d’età. Ogni anno le famiglie potranno farne richiesta per provvedere al pagamento della retta dell’asilo, a partire da coloro che hanno un bambino nato dal 1° gennaio 2016.

Di grande importanza il fatto che proprio un emendamento ha esteso la possibilità di fare richiesta del Bonus Nido 2017 anche alle famiglie che hanno in casa bambini (da 0 a 3 anni) affetti da malattie croniche che, pur non potendo andare all’asilo, hanno bisogno di cure mediche specializzate presso il domicilio.

Requisito fondamentale per poter accedere a questa agevolazione rimane il fatto che il bambino deve essere iscritto all’asilo nido. Per ottenere la misura intera dell’assegno da 1000 euro, il minore deve essere iscritto per tutto l’anno, altrimenti, in caso di partecipazione parziale, l’incentivo spetta solo in parte.

Bonus Nido 2017 Inps: domanda, quando e come richiederlo

Da ultimo ma non meno importante ci sono i dubbi relativamente a chi presentare la domanda, quando farlo e secondo quali modalità. Per il momento ciò che pare certo è che sarà l’Inps, proprio come accade per le altre agevolazioni famiglia, a raccogliere le domande e a elargire gli assegni. Ad ogni modo, malgrado il Bonus Nido 2017 sia attivo già dal 1° gennaio 2017, è necessario attendere il decreto attuativo che renda note tutte le modalità per poter fare domanda, secondo quali tempistiche e metodi nonché come verranno elargiti gli assegni.

U2 Tour Italia 2017

U2 Tour 2017 Italia: data, luogo, modalità prevendita e prezzo biglietti, seconda tappa per il The Joshua Tree Tour 2017

Bando 2016 Servizio Civile Nazionale all'estero

Servizio Civile Nazionale all’estero 2017: bando, requisiti e progetti, ecco come candidarsi