in ,

Boom di richieste per adottare Pupa: vecchia pitbull vittima di un combattimento clandestino

Santa Lucia sopra Contesse, un paese spaccato in due. Da una parte la solidarietà dei cittadini che chiedono a gran voce di poter aiutare la povera pitbull di 12 anni recuperata agonizzante dal ciglio di una strada dopo un combattimento clandestino; dall’altra, le zoomafie che hanno individuato nei combattimenti tra cani una preziosa fonte di lucro. Sembrava un fenomeno in netta discesa, ma che in nome di una facilità organizzativa molto vantaggiosa rispetto ad altri fenomeni come le corse clandestine di cavalli, ultimamente ha ripreso piede, specialmente al sud, dove i randagi da addestrare hanno un’alta reperibilità.

randagi

Valentina Legnaro di Pitbull&amstaff rescue Italia racconta in una nota che i cani reclutati vengono abiutuati fin da subito a portare collari con pesi in piombo per sviluppare la muscolatura di testa e collo; vengono sottoposti a ore e ore di tapis roulant e ad un’alimentazione arricchita con droghe eccitanti. La vita del migliore amico dell’uomo diviene così una prigionia in piena regola, con pena capitale annessa. Sono cani destinati a morire nel giro di poco, durano qualche combattimento al massimo, e la morte che li coglie è atroce. Di solito vengono ritrovati agonizzanti sul ciglio di qualche strada, e presentano numerose e profonde ferite invase da larve carnarie, così che salvargli la vita diventa un’impresa persa quasi in partenza.

Le pene prevedono fino a tre anni di carcere e una pena pecuniaria che oscilla tra i 50.000 e i 160.000 euro, ma nonostante le operazioni compiute fino ad ora dalla Polizia di Stato per debellare il fenomeno, non sempre è facile raccogliere le prove necessarie per arrivare a formulare dei capi d’accusa, come spesso accade quando si trattano i reati della criminalità organizzata. Pupa è stata fortunata, la veterinaria che l’ha in cura ha dichiarato che tra dieci giorni la piccola sarà libera di trovare un adottante, ma la sua storia a lieto fine rappresenta un’eccezione; ci auguriamo che vengano trovati i responsabili e che i magistrati competenti stabiliscano per questi una pena esemplare che funga da deterrente; sarebbe un piccolo passo per l’uomo, ma un grande passo per l’umanità.

perdita utenti facebook

Declino di Facebook: 80% utenti in meno nei prossimi due anni

Whirlpool trasferimento Varese

Whirlpool, la produzione si trasferisce a Varese