in

I borghi più belli dell’Umbria: le mete imperdibili di un viaggio suggestivo

Vi piace la regione dell’Umbria e state organizzando un viaggio? Non sapete come costruire un itinerario suggestivo e ricco di paesaggi da vedere? Ecco alcuni fra i borghi più belli dell’Umbria da non perdere, selezionati per voi dalla Redazione di Urban Viaggi.

Montefalco: si tratta di un borgo molto suggestivo e pieno di fascino. È molto famoso per via della qualità dell’olio e dei vini prodotti, infatti è circondato da vigneti, colline e uliveti. Il Sagrantino è il vino DOCG per eccellenza e famoso in tutto il mondo.

Spello: un borgo molto famoso in tutta Italia e fra i più belli della nazione. L’aspetto più famoso di questo borgo medievale sono le Infiorate del Corpus Domini, tappeti floreali che ad oggi sono meta ambita da moltissimi turisti in tutto il mondo.

Trevi: questo borgo medievale, elevato anch’esso a uno dei borghi più belli d’Italia, è stato nominato Città dell’olio. le Fonti del Citunno sono un vero e proprio paradiso in terra. La chiesa chiamata Tempietto del Citunno custodisce diversi affreschi molto antichi, per gli amanti dell’arte e della cultura è senz’altro da raggiungere.

Arrone: si trova poco distante dalle Cascate delle Marmore ed è un borgo che fa parte del Parco Fluviale del Nera, area considerata protetta. Nel centro storico si può ammirare la piccola chiesa in architettura gotica di San Giovanni che custodisce bellissimi affreschi risalenti al quindicesimo secolo.

Deruta: in un singolare borgo distante circa 15 chilometri da Perugia, fanno capolino le famose ceramiche di Deruta, conosciute in tutto il mondo. Il borgo è molto antico ed è possibile ammirare in tutta la loro bellezza i suoi spazi esterni con arredi in maiolica di Deruta, piccole opere d’arte che rendono caratteristico questo luogo.

Photo Credit: Mi. Ti./Shutterstock.com

ricette gnocchi

Ricette Anna Moroni a La prova del cuoco: gnocchetti di ricotta con pomodori e mozzarella

caso yara NEWS

Caso Yara processo, sentiti 3 genetisti: “Su corpo vittima 7 peli non di Bossetti”