in , ,

Botulino per le ‘zampe di gallina’ anche in Italia: via libera dell’Aifa

L’AifaAgenzia Italiana del Farmaco, ha dato l‘autorizzazione all’utilizzo del botulino nel trattamento terapeutico per la zona perioculare del viso, ovvero le più comunemente conosciute antiestetiche ‘zampe di gallina’. L’autorizzazione che dà il via libera anche in Italia, dopo Stati Uniti e Francia, al ricorso alla tossina botulinica ‘OnabotulimtoxinA’ per attenuare le rughe che si trovano ai lati degli occhi (cantali o laterali), è stata pubblicata proprio oggi nella Gazzetta Ufficiale.Zampe di gallina

Un’approvazione che arriva dopo molteplici ricerche cliniche, da quando più di 10 anni fa il botulino fu approvato in ambito estetico. Dapprima l’ok arrivò dalla Food and Drugs Administration (FDA), l’ente federale americano che nel 2002 regolamentò l’utilizzo dei farmaci negli Stati Uniti attraverso un rigido controllo scientifico . Poi fu la volta della Francia, nel 2003.

Massimo Signorini, presidente dell’Aiteb (Associazione italiana Terapia Estetica Botulino), accoglie con soddisfazione la notizia: “Una certificazione che attendevamo da anni. Questo traguardo non solamente conferma che la tossina botulinica, se correttamente utilizzata, permette di attenuare le rughe perioculari, ma amplia di fatto lo spettro del suo campo di azione: accanto alla zona glabellare, ovvero per il trattamento delle linee verticali che si trovano tra le sopracciglia ora è riconosciuta anche per le rughe perioculari. Il botulino si conferma quindi un trattamento sicuro ed efficace.

Seguici sul nostro canale Telegram

luxuria

Sochi, “Gay è ok” sulla bandiera: arrestata Vladimir Luxuria

domenica in edicola fiore

Fiorello, “Fuori programma” per il mattatore della tv