in ,

Bowie in mostra a Berlino: Ziggy Stardust ritorna sui luoghi del mito, sotto la Torre di quel Muro

Tutti conoscono l’abusatissima Heroes di David Bowie ma, probabilmente, pochi sanno quanto l’omonimo album sia intriso di atmosfere e ritmi urbani berlinesi: si tratta dell’unico disco del Duca Bianco completamente registrato sotto il cielo di Berlino, nonostante siano stati ben tre gli album composti durante quello che viene soprannominato il “periodo berlinese” di questo immenso artista. Anni Ottanta: Brian Eno e Iggy Pop orbitano intorno al fantasma del Glam Rock ormai logoro dopo gli stravizi londinesi degli anni Settanta; quel fantasma si chiama Ziggy Stardust che, gettata la maschera, rivela il volto alieno di Bowie.

Bowie ziggy stardust

Una nuova decade, freddo berlinese, contaminazioni culturali e sociopatie: agorafobia, ansia, ossessioni, crisi di astinenza, ma anche profonda libertà e un anonimato che la Germania offriva a David Bowie il quale ricorda quegli anni come sinonimo di libertà è ispirazione continuativa. Un’ispirazione che derivava dall’inespresso senso di grottesco dettato da un muro che tagliava in due una città tanto brulicante di arte e vita…così, eternamente quel muro rivive nella strofa di Heroes: I can remember (I remember) Standing, by the wall. Leggenda e produttori narrano che Bowie avesse degli appuntamenti notturni fissi con una ragazza con la quale si incontrava proprio sotto la torretta di guardia del Muro di Berlino mentre registrava il disco.

Dal 20 maggio al 10 agosto 2014 si terrà la tappa berlinese della splendida retrospettiva dedicata a Bowie; inaugura al Victoria&Albert Museum di Londra, la mostra-evento non poteva che virare su questa città. Per l’occasione l’Hotel De Rome propone 3 tour tematici in collaborazione con Berlin Musictours, per ripercorrere la città con i medesimi occhi di Bowie. Si può fruire di un tour “musicale” intorno al Martin – Gropius – Bau con aneddoti su quei leggendari anni berlinesi o semplicemente di un un tour sia a piedi sia in bus alla scoperta della Berlino amata da Bowie, il tutto accompagnato da filmati e musica.

Noi di Urbanpost, quella mostra londinese, l’avevamo visitata, fotografata e raccontata per voi: ecco di cosa stiamo parlando https://urbanpost.it/david-bowie-is-il-duca-bianco-in-mostra-a-londra-urban-post-lha-vista-per-voi-foto

Come finisce quella strofa? Quella del muro? In maniera violenta e romantica in perfetto stile berlinese.

I, I can remember (I remember)
Standing, by the wall (by the wall)
And the guns shot above our heads
(over our heads)
And we kissed, 
as though nothing could fall
(nothing could fall)

 


the apprentice 3

La lezione di Briatore: meglio fare i camerieri nel suo ristorante che aprire una start up

Alessandra Rosa Viera facebook

Falcao: lo show dello straordinario giocatore del calcio a 5 (Video)