in ,

Boxe, Almaty 2013: Russo non perdona, l’oro è dell’Italia

Clemente, il mondo è tuo. Con una prestazione fantastica, il pugile di Marcianise conquista il gradino più alto del podio grazie ad un 3-0 ai danni di . Gara a senso unico – solamente un momento durante la terza ripresa è stato a favore dello sfidante – durante la quale “Tatanka” (questo il soprannome di Clemente) ha dimostrato di essere un fuoriclasse, meritando in pieno la “replica” iridata di Chicago ’07.

vittoria semifinale

Entrando nel merito del match, Clemente ha sviluppato una tattica praticamente perfetta, non solamente in finale, ma per tutto l’arco della manifestazione. Tatticamente non c’è stata una sbavatura, dominando il primo round mentre nel secondo non ha sprecato inutili energie ed attendendo lo “sfogo” del russo, ma non rischiando praticamente nulla.
Sopra di due riprese, l’azzurro nel finale è riuscito a trovare anche un diretto esemplare al volto, dimostrando – a livello tecnico – di essere di una “categoria” diversa rispetto al rivale. Un capolavoro quello di Russo, che possiamo considerare il prototipo del pugile moderno: un ragazzo che, nonostante “ambienti” che poco hanno a che fare con il pugilato e lo sport in generale – come ad esempio il cinema, ndr -, non ha perso l’umiltà e la fame del vero campione.

Tutto finito? Assolutamente no, perché questo è solo l’inizio per il fuoriclasse di Marcianise: i Mondiali, alla vigilia, erano considerati come un vero e proprio momento “clou” per lui: dopo sette mesi di stop e tanti anni di sacrifici, Tatanka cercava la conferma che la classe resta innata. Ora potrà puntare all’obiettivo per definizione della sua carriera, quello che ancora manca alla sua bacheca: Rio 2016. In conclusione, possiamo dire che salire sul gradino più alto del podio anche in terra “carioca” non è un’utopia, perché Clemente ha dimostrato di essere ancora un vero campione. I Giochi brasiliani, a questo punto, sono nel mirino del pugile azzurro.

Seguici sul nostro canale Telegram

Stasera in diretta Tv: Miss Italia 2013, Lucignolo e Io Canto

Etna minaccia Catania: il vulcano torna in eruzione dopo mesi d’inattività