in ,

Bracciante morta ad Andria: aperto fascicolo di indagine

La senatrice del Pd Camilla Fabbri, in qualità di presidente della commissione di inchiesta sugli infortuni sul lavoro, ha affermato che verrà aperto un fascicolo di indagine sul caso della bracciante morta ad Andria, non appena si riunirà la prossima seduta della commissione.

L’8 settembre, data che corrisponde alla riunione della commissione, Camilla Fabbri presenterà la richiesta dell’apertura del fascicolo per indagare sulla morta di Paola Clemente, la donna di 49 anni morta nel tendone dove svolgeva l’acinellatura dell’uva. Il marito e il legale di famiglia hanno reso noto il fatto che, pur essendo stato stipulato un contratto nel quale viene indicata una paga oraria di 7,50€ l’ora, era nettamente inferiore la paga effettiva percepita dalla bracciante morta ad Andria.

Oltre al mistero che si cela intorno allo stipendio, il legale precisa che “C’è molta omertà su come veniva condotto l’iter dell’assunzione”. In ogni caso, la famiglia di Paola Clemente, il marito in primis “non vuole una persecuzione nei confronti di qualcuno, vuole sapere la verità, cosa è accaduto”.

Ecco perché lavorare troppo è rischioso per la salute

Lavorare troppo è rischioso per la salute: ecco perché è meglio evitare gli eccessi

belen rodriguez stefano de martino

Belen Rodriguez Instagram: ecco cos’è il vero amore