in

Bradley Cooper e l’ombra del suo passato burrascoso (Video)

Bradley Cooper grazie  ai suoi occhi azzurri e al talento fuori dal comune è riuscito a trasformarsi in uno degli attori più seguiti sia dal pubblico che dall’industria cinematografica. E tutti i film che interpreta ottengono un successo al botteghino: da “Il lato positivo” insieme alla protagonista  femminile l’attrice vincitrice dell’Oscar 2013 Jennifer Lawrence, alla trilogia “Una notte da leone” e “American Hustle-L’apparenza inganna”, solo per citarne alcuni. Bradley Cooper2

Tuttavia Cooper si è aperto, confessando in una lunga intervista rilasciata alla rivista GQ di non aver avuto una vita facile. Il divo 39enne ha deciso di parlare dei suoi problemi con le droghe durante le riprese della serie televisiva “Alias”, con Jennifer Garner e dei momenti nei quali ha pensato al suicidio. Infatti in quegli anni Cooper lavorava solo due-tre giorni la settimana e nella seconda stagione il suo personaggio aveva un ruolo sempre più marginale, tanto da distruggergli l’autostima e fargli fare pensieri insani.

Inoltre Bradley ha ammesso la sua dipendenza dall’alcool che l’ha fatto precipitare nel baratro, portandolo a dubitare delle sue capacità come attore. Ha accettato ruoli diversi in qualsiasi film  gli offrissero compreso “All About Steve” al fianco di Sandra Bullock, con il quale ha vinto un Premio Razzie, conosciuto come l’ ‘anti-Oscar’. Grazie all’amicizia con la Bullock, ha incominciato a ricredere in se stesso grazie ai colleghi che volevano averlo al loro fianco.  Senza dubbio, questo lo ha aiutato a ricostruirsi interiormente ed allontanarsi dai suoi “demoni”.

 

 

 

 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Cristiano Ronaldo

Real Madrid, Cristiano Ronaldo: il portoghese studia il francese

anticipazioni tv talk

Tv Talk anticipazioni: Rita Pavone, Paola Cortellesi e Renzo Arbore