in

Brasile 2014: ecco come se la spasseranno gli Azzurri ai Mondiali

Il Resort dove dovranno alloggiare i nostri Azzurri è un mezzo cantiere perché il terreno in erba naturale per gli allenamenti non è in condizioni particolarmente buone. Quanto prima dovrebbe esserci un collaudo definitivo e fondamentale. Questa città di Mangaratibia è stata preferita rispetto ad altre per la tranquillità della Costa Verde. Lì vicino c’è l’aeroporto militare Bartolomeu Gusmao di Santa Cruz da dove i nostri Azzurri voleranno a Manuas, Recife e Natal dove verranno giocate le tre partite del nostro girone contro l’Inghilterra, il Costarica e l’Uruguay. Brasile2

Il Resort ha a disposizione 152 camere dalle quali si può ammirare una splendida spiaggia, quella di Sao Braz. In un’ala di questa struttura alloggeranno anche le mogli e le compagne dei calciatori. La divisione degli spazi interni sarà inflessibile. A tutti è vietato entrare nella palestra comunicante, familiari compresi, che non potranno essere presenti alle riunioni tecniche e tanto meno vedere le partitelle di allenamento.  L’unico spazio comune del Resort, oltre alla spiaggia, sarà il ristorante. Gli Azzurri potranno contare anche sulla “criosauna”, a -180°, che stimolerà la produzione ormonale e farà accelerare il recupero post-gara da eventuali traumi contusivi e da piccole lesioni muscolari.  Prandelli e lo staff azzurro sembra abbiano già provato questa capsula ghiacciata e inoltre il gruppo tecnologico della Nazionale sta prendendo in esame gli effetti di una tuta refrigerante che potrà aiutare nel migliore dei modi il recupero climatologico della temperatura corporea.

 

 

Real Madrid C.F. facebook

Coppa del Re: CR7 consola la Pulce (Video)

Mercato, PSG: primo obiettivo Pogba, l’alternativa si chiama Yaya Tourè