in ,

Brasile manager italiano ucciso a colpi di machete: la moglie salva per miracolo

Ancora un cittadino italiano ucciso all’estero, ancora in Brasile. A poche settimane dal delitto della 39enne ragusana Pamela Canzonieri, i media brasiliani riferiscono dell’omicidio di un manager italiano.

La vittima, Alberto Antonio Pierluigi Baroli di 51 anni, sarebbe stato assassinato durante una rapina nella sua abitazione a Beberibe, a circa 80 chilometri da Fortaleza. Il delitto si sarebbe consumato sabato scorso e ci sarebbe già stato un arresto: una donna di 27 anni, Damiana Paiva da Silva, che avrebbe agito con la complicità di due ragazzi.

LA DINAMICA DELL’OMICIDIO

Pierluigi Baroli stava dormendo insieme alla moglie all’interno della sua abitazione, quando verso le ore 1:30 qualcuno – tre persone armate di machete – si è intrufolato in casa. Il manager italiano, che da una decina d’anni viveva in Brasile, avrebbe opposto resistenza ai rapinatori, pagando con la vita. La moglie è riuscita a salvarsi chiudendosi in bagno, riuscendo poi a dare l’allarme chiamando i vicini di casa. La caccia ai due banditi è ancora in corso. I malviventi avrebbero portato via dalla casa dei coniugi italiani 5 mila euro, un computer e un cellulare, refurtiva che la polizia avrebbe già recuperato.

Maria De Filippi compleanno

Maria De Filippi età, gli auguri dei ragazzi di Amici: da Marco Carta ad Alessandra Amoroso

mattarella e renzi

Dimissioni Renzi news: il comunicato ufficiale del Quirinale