in

Brescia, incidente mortale: auto nella scarpata muore 32enne

Un tragico incidente nel bresciano lungo la ex statale 469 Sebina Orientale, che collega Capriolo a Palazzolo, è costato la vita ad un 32enne. Si chiamava Nicholas Danesi. 

Lo schianto è avvenuto nel pomeriggio di ieri, domenica 5 maggio 2019, poco prima delle 18. Uno scontro devastante, che non ha lasciato scampo al giovane. Coinvolte nel sinistro due Volksawagen Golf, una di colore azzurro e una verde scuro. La prima procedeva da Palazzolo in direzione di Capriolo, nel senso di marcia opposto la seconda. A determinare l’impatto forse una distrazione o la perdita del controllo dell’auto verde scuro, che ha invaso l’altra corsia, su cui viaggiava la macchina azzurra.

Brescia, incidente mortale: la dinamica

Sulla prima, quella verde scuro, viaggiavano quattro ragazzi, il 32enne che ha perso la vita ed era seduto sui sedili posteriori, una 21enne, una 29enne e un 27enne attualmente ricoverati in gravi condizioni. Sulla seconda, invece, c’erano due persone, il cui stato di salute per fortuna non è preoccupante. Sei dunque le persone coinvolte. La Golf verde scuro ha terminato la sua corsa nel campo che si stende a lato della ex Statale. Immediate, oltre che difficili, probabilmente più complicate del previsto le operazioni di soccorso.

Brescia, incidente mortale: muore un 32enne, sei le persone coinvolte nel drammatico sinistro

Sul posto è sopraggiunta anche l’eliambulanza di Bergamo, che ha portato all’ospedale Papa Giovanni XXIII, uno dei due feriti più gravi. Il secondo, che desta anche parecchia preoccupazione, è stato trasferito invece alla Poliambulanza di Brescia. Purtroppo invece per il 32enne non c’è stato nulla da fare, il ragazzo era già morto. Quel curvane della tangenziale, dove un paio d’anni fa ha perso la vita un palazzolese e dove purtroppo di frequente si ribaltano auto, moto e furgoni, non perdona. Un epilogo drammatico. La strada provinciale è stata ovviamente chiusa al transito in entrambi i sensi di marcia nel punto in cui è avvenuto lo schianto proprio per facilitare il lavoro dello staff sanitario, Vigili del fuoco e i mezzi del Soccorso stradale per la rimozione dei mezzi. La Polstrada ha fatto i rilievi e le indagini del caso, per cercare di ricostruire la dinamica dell’incidente. Come da prassi, il cadavere di Danesi è a disposizione dell’autorità giudiziaria, tuttavia già nelle prossime ore sarà consegnato alla famiglia.

leggi anche l’articolo —> Malta, affonda peschereccio italiano: un morto e un disperso

Manuela Bailo uccisa dall’amante: nuova grave accusa per lui, orrore senza fine

mosca incidente aereo

Incidente aereo Mosca ultime news: salgono a 41 i morti