in ,

Brexit: addio quote straniere, atto discriminatorio contro gli stranieri

E’ definitivamente tramontata la proposta shock suggerita dal Ministro degli Interni Amber Rudd sulle quote straniere nelle aziende. Insomma le imprese di sua maestà non dovranno rendere pubblico alcun registro delle assunzioni. La caccia alle streghe del Governo May post Brexit sembra quindi essere già finita. La proposta aveva particolarmente irretito i governi Europei ed in particolare la Cancelliera Angela Markel.

A comunicare che il registro delle quote straniere non sarà realizzato è un collega di Amer Rudd, il Ministro all’Istruzione Justine Greening, confermando però l’indiscrezione che vorrebbe la sostituzione del registro con una richiesta di informazioni riservate da parte del governo sui vuoti occupazionali. Insomma la proposta del Governo May non s’ha da fare. Intanto continuano le trattative tra Gran Bretagna ed Europa sulle modalità della Brexit.

Ancora da chiarire la data di uscita effettiva dall’Unione. Secondo i rumors il Governo inglese vorrebbe effettuare l’operazione entro le prossime elezioni tedesche. Troppo alto il rischio di instabilità creato da una possibile sconfitta della cancelliera alle prossime elezioni.

Seguici sul nostro canale Telegram

Domenica live Diego Armando Maradona

Diego Armando Maradona torna in Italia e incontra il figlio Diego Sinagra

rozzano imprenditore ucciso

Pordenone: campionessa di boxe 28enne aggredita per strada, i tre assalitori in ospedale