in ,

Brexit, Alta Corte di Londra: “Serve il voto del Parlamento”

Importanti notizie arrivano da Londra dove nella giornata di oggi, 3 novembre 2016, sono arrivate novità sul caso Brexit. L’Alta Corte di Londra, infatti, ha stabilito che il Parlamento britannico debba esprimersi sull’avvio o meno della procedura di uscita dalla Unione Europea. Questo significa che il governo del premier Theresa May non potrà presentare l’articolo 50 del Trattato di Lisbona, che avvia il divorzio di un Paese, senza il ‘via libera’ del Parlamento.

>>> TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SULLA BREXIT <<<

La Corte londinese, dunque, ha accolto la richiesta di un gruppo di attivisti pro-Ue. Il governo britannico si è detto deluso dalla decisione dell’Alta Corte: “Il governo è deluso. Il Paese ha votato per lasciare l’Ue in un referendum consentito da leggi del Parlamento. Il governo è determinato a rispettare il risultato del referendum – ha dichiarato il ministro del Commercio, Liam Fox –  questa sentenza solleva un’importante e complessa questione di diritto ed è giusto che la consideriamo con prudenza prima di decidere come procedere.”

>>> COSA DEVI SAPERE SUL MONDO DELLA POLITICA <<<

Intanto, la decisione dell’Alta Corte di Londra sulla Brexit dà un sospiro di sollievo dal punto di vista economico: la sterlina si è rafforzata dopo la decisione dell’Alta Corte britannicay. La valuta britannica si è rafforzata fino a 1,2449 dollari da un minimo nella mattinata di 1,2324 dollari e ora è scambiata a 1,2425. La sterlina è inoltre scambiata a 0,8927 per un euro da 0,9019.

Uomini e Donne, Alessia Cammarota oggi: “dopo Aldo Palmeri, ricomincio da me”

OMICIDIO SUICIDIO NEL VIBONESE

Omicidio nel Barese: 29enne uccisa a coltellate dal marito, che ha tentato il suicidio