in ,

Brindisi, arrestato il sindaco Cosimo Consales: l’accusa è di corruzione

Sono scattate le manette all’alba di oggi, 6 febbario, per il sindaco di Brindisi Cosimo Consales, un imprenditore e un commercialista, incriminati a seguito di una inchiesta della polizia relativa alla gestione dei rifiuti.

Disposti gli arresti domiciliari per il primo cittadino della città pugliese e per il commercialista, Massimo Vergara di Lecce, custodia cautelare in carcere, invece, per l’imprenditore Luca Screti, titolare della Nubile srl, società che gestisce a Brindisi la raccolta dei rifiuti. I tre indagati sono accusati, in concorso, di abuso d’ufficio, corruzione, concussione e truffa.

Consales, giornalista, era stato eletto nel maggio 2012 nelle file del Pd ed era alla guida di una giunta di centrosinistra, ma per via delle inchieste giudiziarie che lo vedevano coinvolto, dal 2013 si era autosospeso dal partito.

“Il @pdpuglia aveva ritirato da mesi fiducia al sindaco di Brindisi proprio a causa delle inefficienze e irregolarità nel ciclo dei rifiuti”, ha twittato stamani il presidente della Regione, Michele Emiliano, che da tempo aveva chiesto le dimissioni di Consales (mai arrivate), prendendo le distanze (“Consales non aveva la nostra fiducia”) dal sindaco tratto in arresto stamani dalla Digos.

swap party cos'è, swap party regole, swap party come funziona, swap party italia, swap party online, swap party app,

Swap party: cos’è e come organizzarne uno

Uomini e Donne trono classico: Rossella tornerà? E’ giallo