in ,

Brittany Maynard è morta: eutanasia realizzata assistita dai suoi cari

La morte di Brittany Marnard è stata annunciata dal portavoce dell’associazione “Compassion & Choices”, Sean Croweley. La giovane donna di 29 anni ha, dunque, realizzato il suo intento di mettere fine alla sua vita, tanto che lei californiana si era trasferita con tutta la sua famiglia nell’Oregon, Stato in cui L’eutanasia è consentita.

Brittany Maynard è morta

Brittany Marnard era gravemente malata e ad aprile scorso i medici le avevano comunicato che le sarebbero rimasti solo sei mesi di vita, qualche settimana fa aveva annunciato che sarebbe ricorsa all’eutanasia il 1° novembre. La decisione non deve essere stata facilissima tanto che solo qualche giorno fa aveva fatto sapere di volere attendere ancora un po’. Pare, invece, che le sue condizioni si siano aggravate all’improvviso, crisi convulsive sempre più frequenti, dolori alla testa e al collo le hanno fatto decidere la somministrazione dei farmaci che aveva ricevuto da qualche mese.

Prima di morire la giovane ha cercato di sensibilizzare l’opinione pubblica sul diritto all’eutanasia. Un suo video postato su YouTube ha ricevuto più di 8,8 milioni di visite. La sua vicenda messa sotto i riflettori dei media ha riaperto il dibattito sul suicidio assistito, suscitando anche molte critiche, in particolar modo, da alcuni gruppi religiosi. Pochi giorni la Maynard aveva postato foto, sul suo sito, del suo ultimo viaggio al Gran Canyon con suo marito, Dan Diaz, adesso di Brittany rimangono le sue immagini della sua disperata determinazione.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Dakota interpreta Anastacia Steele

Dakota Johnson si sposa con il vero Christian Grey

Pakistan kamikaze strage india morti

Pakistan: kamikaze si fa esplodere a confine con l’India, 65 morti